Rai 2, “Il più grande pasticcere”: siciliano entra in tra i primi dieci

144657816-7f2e782d-a74e-4e56-8c54-9fe87f923702Un palermitano accede alla sfida dei dieci nella trasmissione di Rai 2 “Il più grande pasticcere”. Giovanni Cappello classe 1986, terza generazione di una nota famiglia di pasticceri palermitani ha superato le selezioni che hanno ristretto il gruppo da trenta a dieci partecipanti, alla seconda edizione del talent show che vedrà i dieci contendersi il titolo di migliore pasticcere. Una giuria composta da Luigi Biasetto, Leonardo Di Carlo e Roberto Rinaldini, che lo scorso anno ha incoronato il pugliese Antonio Daloiso, ha dovuto scegliere tra le trenta creazioni degli sfidanti eliminando alcuni concorrenti talvolta per piccole imprecisioni.

“Il livello è altissimo – spiega Cappello – sono tutti professionisti molto preparati e premiati e quindi non sarà facile batterli ma io non li temo. Farò del mio meglio mescolando innovazione a tradizione. Già ho in mente le ricette che porterò nella prossima gara. Utilizzerò pistacchio e mandorla, due frutti della nostra terra”. Nella prossima puntata i concorrenti si dovranno scontrare in una prova dalla quale saranno scelti i peggiori tre che dovranno lottare in una sfida in esterna ed essere giudicati da Igino Massari, uno delle eccellenze italiane nell’ambito dolciario che decreterà chi sarà fuori e chi resterà in gara.

“Non è così semplice come può apparire in tv -prosegue Cappello – Lavorare sotto pressione e a temperature elevate, senza attrezzature e tante ore di lavoro sulle spalle si arriva a fine puntata sfiniti. Ma lo si fa con passione. Ho iniziato che ero bambino e, anziché calciare un pallone preferivo imparare i segreti del mestiere nel laboratorio di famiglia. Per essere un bravo pasticcere occorre avere un ottimo palato, ricercare le migliori materie prime, avere creatività ma soprattutto ci si deve mettere il cuore”. [di Michela Misuraca – Palermo.repubblica.it]

views:
63
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive