Giancarlo Montesano: “Repetita iuvant?”

"Ad maiora semper Lilybaeum"

.

Bisogna dare atto ad Annamaria Angileri, in occasione delle primarie del Pd per la scelta del candidato sindaco di Marsala, di aver visto giusto nel presentare l’Europarlamentare On.le Michela Giuffrida che, con dovizia di particolari, approfondì la complicata normativa per attingere ai fondi europei.

Esposizione esauriente e precisa che consentì di dire ad Annamaria Angileri “La nostra è la politica dei fatti per Marsala… E’ assolutamente necessaria una Giunta competente e stabile, soprattutto in un periodo storico in cui il cittadino si sente deluso dalla classe politica… Nel mio programma ho voluto puntare su una democrazia partecipata, sul bilancio sociale e sull’informazione costante dei cittadini rispetto all’avanzamento dei lavori pubblici e di tutta l’attività dell’ente Comune… istituire un Ufficio creato ad hoc all’interno del Comune, preposto all’intercettazione di risorse provenienti dall’Europa, e la creazione di una task force di esperti per lavorare alla progettualità e avere accesso alla programmazione europea”.

Mi sarei aspettato, nonostante Annamaria Angileri non avesse vinto le primarie, di vedere inserito questo suo punto nel programma del candidato sindaco Alberto Di Girolamo. Nemmeno l’ombra. Eppure pochi giorni fa, ormai assessore della giunta Di Girolamo, Annamaria Angileri ha riproposto un incontro, questa volta istituzionale, con l’On.le Michela Giuffrida. Presenti il sindaco e il presidente del Consiglio Comunale si è di nuovo parlato dei fondi comunitari. Questa volta il piatto è molto ricco con lo stanziamento da parte della Comunità Europea di ben 4.550.000.000 di euro per le annualità 2014/2020.

Ecco il testo integrale pubblicato il 17 luglio scorso:

Sicilia: € 4.55 billion, of which €3.41bn from the ERDF. 10,700 SMEs will receive support to help them grow nationally and globally. Research and innovation will be strengthened: enterprises cooperating with research bodies will increase from 56 to 67%. A strong boost will be given to broadband coverage: the whole population will be covered by 30 Mbps broadband and 50% by 100Mbps. Several actions will be undertaken to preserve the environment and boost energy efficiency: 10% reduction of energy consumption in the public sector; from 14.6% to 19.6% of the population using public transport; from 13 to 65% of waste recycling; from 40 to 90% of the population served by wastewater treatment.

Legenda:
ERDF = FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE
SME = PICCOLE E MEDIE IMPRESE
WASTERWATER TREATMENT = TRATTAMENTO DELLE ACQUE REFLUE

In poche parole di questi quattro miliardi e mezzo, tremiliardi e quattrocentodieci milioni sono destinati a diecimila e settecento piccole e medie imprese siciliane.

In questo ultimo incontro con l’Europarlamentare Giuffrida il sindaco Di Girolamo ha detto: “L’Agenda 2014/2020 è forse l’ultima opportunità che l’Europa ci offre. Questa Amministrazione farà il possibile per attrezzarsi ed intercettare quei finanziamenti utili a creare sviluppo e favorire l’occupazione nel nostro territorio”.

Dopo due interventi di un Europarlamentare del Partito Democratico ce la farà questa Amministrazione a mettere in piedi seriamente un ufficio che sappia gestire e portare a termine i progetti che, speriamo, saranno presentati? Ah, saperlo!

Se non ci dovesse riuscire suggerisco di mettersi in contatto con l’associazione AICCRE di Roma che ha lo scopo di assicurare ai poteri locali e regionali, nei loro rapporti con le organizzazioni e le istituzioni europee, un “servizio europeo” di informazione degli amministratori eletti e di assistenza ad attività volte ad utilizzare i programmi, e i relativi progetti, previsti dall’Unione europea.

Post scriptum: spesso il mio amico Ignazio Zichittella mi rimprovera dicendomi “ma che ce l’hai con il sindaco?” Io gli rispondo che un politico si giudica per gli atti politici che produce e gli ricordo, così come lo ricordo ai miei concittadini amministratori, che contestare non vuol dire essere contro ad ogni costo, al contrario: la contestazione vuole porre all’attenzione di chi governa i problemi della città e ricordargli nello stesso tempo ciò che è stato sottoscritto nel programma elettorale depositato. Non vorrei che lo slogan “Daje” esibito da Ignazio Marino all’apertura della sua campagna elettorale e poi completato dai romani con “ Daje Marì: che se te eleggono fai come c…o te pare!” sia stato importato anche dalle nostre parti. E sempre a detta di Virgilio “ab uno disce omnis”.

Ad maiora semper Lilybaeum

Giancarlo Montesano

wps_subtitle:
"Ad maiora semper Lilybaeum"
kia_subtitle:
"Ad maiora semper Lilybaeum"
views:
157
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive