Storico parto in casa a Tre Fontane. “A pochi passi dal mare” nasce un bel bimbo

L’ultimo parto "casalingo" risaliva al novembre del 1979

A Campobello di Mazara è stato un evento storico. Per il resto d’Italia un’eccezione davvero singolare. Partorire a casa, si sa, è oramai una pratica tramontata.

E, in questo caso, non è successo per un’emergenza, ma per una decisione ben precisa. È successo nella frazione di Tre Fontane dove Maria Alagna, che di professione fa l’ostetrica, ha scelto di partorire a casa.. La giovane coppia è diventata papà e mamma del piccolo Giuseppe, 3 chili, nato alle prime luci dell’alba. La mamma è stata assistita dalla collega ostetrica Marzia Floridia di Palermo. «Quando sono iniziate le contrazioni della mia compagna – racconta Salvatore Bottino – ho chiamato Marzia e con la sua assistenza è avvenuto il parto. In un momento si sono rotte le membrane, dice ancora Salvatore Bottino, e ho capito che veramente mio figlio sarebbe nato.

Ho iniziato a riscaldare tante pentole di acqua bollente e a mettere stracci caldi sulla schiena della mia compagna, poi a un certo punto la luce è saltata e siamo rimasti al buio con solo la luce della stufa accesa. La mia compagna ha così pensato che al buio era buono per accogliere mio figlio è così siamo rimasti con solo la torcia del cellulare lasciata accesa in lontananza». [di Max Firreri – da Campobellonews]

kia_subtitle:
L’ultimo parto "casalingo" risaliva al novembre del 1979
views:
140
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive