Marsala, ex carabiniere condannato per circonvenzione di incapace

"Avrebbe raggirato una parente, sottraendole quasi 90 mila euro

Tre anni e mezzo di reclusione (un anno in più di quanto chiesto dal pm) sono stati inflitti dal giudice monocratico di Marsala Riccardo Alcamo a un ex appuntato dei carabinieri, Nicolino Genna, 53 anni, processato per circonvenzione di incapace, tentata truffa e furto.

Secondo l’accusa, l’ex militare – che nel luglio 2013 era stato posto agli arresti domiciliari dalla Guardia di finanza – avrebbe raggirato una parente ultraottantenne, poi deceduta, sottraendole con una serie di operazioni bancarie quasi 90 mila euro.

Genna è stato condannato anche a un risarcimento danni provvisionale, immediatamente esecutivo, di 88.720 euro. Nel corso dell’indagine, condotta dalla sezione di pg delle Fiamme gialle presso la Procura di Marsala e coordinata dal procuratore Alberto Di Pisa e dal sostituto Antonella Trainito, furono ascoltate diverse persone, tra le quali impiegati di banca e delle poste.

Genna (in servizio fino al 2011, prima al Norm di Roma e poi presso il Senato) avrebbe, inoltre, tentato di truffare anche il figlio della sua presunta vittima.

kia_subtitle:
"Avrebbe raggirato una parente, sottraendole quasi 90 mila euro
views:
167
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive