WhatsApp sarà davvero gratis: addio agli 89 centesimi all’anno

Viaggia verso il miliardo di utenti nel mondo. Nuovi ricavi arriveranno da...

WhatsApp nel corso delle prossime settimane diventerà gratis su tutte le piattaforme, togliendo quegli 89 centesimi di euro (99 centesimi di dollaro) che chiedeva all’anno per usufruire del servizio dopo i primi 12 mesi gratuiti.

«Nel corso della nostra crescita ci siamo resi conto che questo modello non ha funzionato bene. Molti utenti non hanno la carta di credito e sono preoccupati di perdere il contatto con i loro familiari dopo il primo anno gratuito» spiega l’azienda nel blog ricalcando quanto detto dal ceo Jan Koum nel corso della Digital Life Design conference di Monaco.

Non significa che arriveranno spam e pubblicità, continua il post, mentre invece «da quest’anno sperimenteremo nuovi tool per permettere alle persone di comunicare con organizzazioni e aziende. Questo significa, ad esempio, ricevere dalla tua banca la comunicazione di una recente operazione fraudolenta o da una compagnia aerea l’informazione di un volo cancellato».

Nuovi ricavi, insomma, arriveranno da servizi a valore aggiunto, un po’ come sta cercando di fare il cugino Facebook Messenger mettendo ancora più in difficoltà quello che era rimasta una delle poche prerogative dei vecchi sms.

Il servizio richiede l’abbonamento annuale da inizio 2014. Chi invece ha scaricato l’app prima del 2014, fino a oggi ha continuato ad usarla gratuitamente.

WhatsApp viaggia verso il miliardo di utenti nel mondo. È stata fondata nel 2009 da Koum, nato e cresciuto in Ucraina, e Brian Acton, del Michigan, entrambi ex Yahoo!. Ad aprile 2014 Facebook ha comprato la loro azienda per 19 miliardi di dollari. Le due aziende sono rimaste autonome, anche se la scelta di abbandonare il pur leggerissimo ricarico sugli utenti è molto nello stile di Mark Zuckerberg.

kia_subtitle:
Viaggia verso il miliardo di utenti nel mondo. Nuovi ricavi arriveranno da...
views:
145
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive