In tre assaltano pompa di benzina, il titolare reagisce e li mette in fuga

Il benzinaio non cede, nonostante le minacce e quella pistola che gli viene puntata contro

«Sparagli, sparagli». Una esortazione che fa raggelare il sangue alla vittima designata che aveva avuto il coraggio di dire «No» alla richiesta dei malviventi che volevano l’incasso della giornata.

«Sparagli, sparagli». Urla uno dei banditi mentre il complice tiene sotto-tiro il malcapitato, puntandogli contro una pistola. Forse un’arma-giocattolo. Michelangelo Nasser, 66 anni, ora è terrorizzato, ma non cede: «Andatevene, non ho niente da darvi».

«Assaltata», la scorsa sera, la pompa di benzina di via Argenteria, nel territorio di Erice Casa Santa. Ad agire tre rapinatori col il volto coperto e armati. Intorno alle 19,30, alla guida di due scooter Scarabeo, hanno raggiunto il distributore.

Uno si è fermato nei pressi dell’attività per fare da palo. Gli altri due, invece, si sono diretti verso Nasser con l’intenzione di farsi consegnare i soldi.

Ma il benzinaio non cede, nonostante le minacce e nonostante quella pistola che gli viene puntata contro. Alla fine i tre banditi, forse spaventati dall’arrivo di qualcuno, si allontanano a mani vuote. Scattato l’allarme sono intervenuti gli agenti della Squadra volante della questura del capoluogo che hanno già avviato le indagini per risalire ai fuggitivi. [Gds.it]

kia_subtitle:
Il benzinaio non cede, nonostante le minacce e quella pistola che gli viene puntata contro
views:
129
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive