“Precari assunti senza saperlo”, ipotesi maxi-truffa in Sicilia

Una donna: "Non ho mai firmato contratti e non conosco questa azienda"

L’Inps sta passando al setaccio le posizioni di decine di lavoratori precari. La donna che ha sollevato il caso dice: “Non ho mai firmato contratti e non conosco questa azienda, che comunque esiste perchè ho verificato”. “Qualcuno – aggiunge – si è impadronito dei nostri dati sensibili, girandoli a una serie di ditte. Non ho mai lavorato per questa azienda e non ho mai chiesto la disoccupazione, nonostante l’Inps me la stesse per accreditare”.

I precari coinvolti nella presunta truffa adesso rischiano di perdere il sussidio, l’Inps inoltre sarebbe pronta a chiedere indietro la disoccupazione che ad alcuni di questi precari sarebbe già stata pagata. Nella vicenda, secondo le prime valutazioni dell’Istituto, sarebbero coinvolti alcuni patronati che avrebbero presentato le richieste di disoccupazione per conto dei lavoratori che si dicono ignari di tutto.

Il deputato regionale di Forza Italia, Vincenzo Figuccia, stamani s’è presentato all’Inps con una delegazione di precari per chiedere chiarimenti. “I precari sono stati truffati, bisogna fare subito chiarezza su questa squallida vicenda”, afferma Figuccia. Il parlamentare ha subito contattato la dirigente del dipartimento Lavoro della Regione siciliana, Maria Antonietta Bullara. Anche la Regione sta cercando di capire cosa sia successo. I dati sensibili dei precari, infatti, sono custoditi negli archivi informatici del dipartimento e in quelli dell’Inps. Chi e come è riuscito a impadronirsene – è la domanda che si pongono i lavoratori precari – e chi ha guadagnato da questa vicenda?

views:
638
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Una donna: "Non ho mai firmato contratti e non conosco questa azienda"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive