Il verde agricolo in Sicilia diventa terreno edificabile

Un emendamento alla Finanziaria cancella la fascia di rispetto di 200 metri

Il verde agricolo in Sicilia diventa terreno edificabile. Via libera ad alberghi, agriturismi e “strutture ricettive” in verde agricolo anche a duecento metri da “insediamenti abitativi e opere pubbliche”. In sintesi, nuove costruzioni potranno sorgere attorno alle città anche all’interno della fascia di inedificabilità dei 200 metri da case e infrastrutture, dagli aeroporti a strade e autostrade. Nell’Isola regno dell’abusivismo e delle costruzioni fatte al di là dei piani regolatori, una norma che era nata nel 1978 per insediamenti produttivi di tipo agricolo, viene stravolta con un emendamento passato nella Finanziaria e non stralciato dal presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone.

Il caso era nato in commissione Bilancio durante la lunga notte per l’approvazione del testo. La norma recita: “Restano in ogni caso elusi dalle previsioni di cui alla lettera f della legge 71 del ’78 gli edifici a destinazione turistico-alberghiera, i complessi ricettivi e i servizi”.

La questione nata in commissione riguardava in particolare la possibilità di costruire strutture alberghiere o agriturismi a ridosso degli aeroporti, a partire da quelli di Trapani e Comiso. Appena capito di cosa si trattava, il deputato dem Nello Dipasquale ha preso la parola e abbandonato la seduta: “L’emendamento era a firma di Paolo Ruggirello e io ho detto chiaramente che ero incompatibile per votare questa norma – dice Dipasquale – perché ho un cognato che ha delle costruzioni accanto all’aeroporto di Comiso”. Dipasquale è uscito, l’emendamento è passato ed ecco che secondo questa norma si potranno realizzare alberghi a meno di duecento metri dall’area di opere pubbliche e centri abitati.

Una sorta di via libera a nuove costruzioni: ma nel testo della Finanziaria “del rigore”, si fa per dire, c’è anche un’altra norma in materia urbanistica. Quello che riapre per l’ennesima volta la sanatoria sui sottotetti, cioè su parti d’immobili non abitabili e che lo potranno diventare aumentano così la cubatura interna di moltissime abitazioni.

Nella notte in commissione, insomma, non sono passati solo gli emendamenti di spesa agli enti con lo sponsor, ma anche molte norme curiose in materia di edilizia e che nemmeno la Presidenza ha tolto da testo della Finanziaria che lunedì andrà in aula. [di Antonio Fraschilla – Palermo.repubblica.it]

views:
9361
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Un emendamento alla Finanziaria cancella la fascia di rispetto di 200 metri
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive