Cathy Marino: “Il Psi siciliano appoggia il referendum anti trivellazioni”

"Parteciperemo alla mobilitazione per ribadire il totale dissenso alle trivellazioni nel nostro mare"

In occasione del Consiglio Nazionale del PSI, la vice segretario provinciale di Trapani Cathy Marino nel suo intervento ha sottolineato l’importanza che assume il referendum popolare abrogativo sulle trivelle del 17 aprile perché “rappresenta l’occasione giusta per sensibilizzare i cittadini chiamati al voto non solo sulle motivazioni del quesito approvato, ma soprattutto sulla direzione energetica da dare al nostro Paese che non può certamente essere quella fossile”.

“Il canale di Sicilia – ha aggiunto – rimane meta ambita di compagnie petrolifere e molti sono i titoli rilasciati e le richieste di nuovi progetti estrattivi. Per questo il PSI, insieme con tutte le organizzazioni favorevoli a questo referendum, parteciperà attivamente alla mobilitazione per ribadire, ancora una volta, il totale dissenso in merito alle trivellazioni petrolifere nel nostro mare. Con un tempo così ridotto a disposizione – ha concluso Cathy Marino – sarà un grande sforzo, ma daremo il massimo per cercare di convincere gli italiani a votare”.

Il 17 aprile i cittadini saranno chiamati ad esprimersi sull’abrogazione della norma che prevede che le attività di coltivazione di idrocarburi relative a provvedimenti concessori già rilasciati in zone di mare entro dodici miglia marine abbia durata pari alla vita utile del giacimento.

views:
457
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Parteciperemo alla mobilitazione per ribadire il totale dissenso alle trivellazioni nel nostro mare"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive