Latitante mafioso arrestato nel trapanese: esponente della cosca di Bagheria

Al 48enne viene contestata un'estorsione ai danni di un imprenditore edile

I carabinieri hanno arrestato Paolo Liga, 48 anni, ritenuto esponente della famiglia mafiosa di Bagheria sfuggito alla cattura nel corso dell’operazione Reset 2 della Dda dello scorso 2 novembre. A Liga, indicato dai collaboratori di giustizia come esponente di rilievo della famiglia di Bagheria, viene contestata un’estorsione ai danni di un imprenditore edile.

Il latitante è stato trovato in una villetta a Castellammare del Golfo (Trapani) in un’abitazione messa a disposizione da Natale Farina, 42 anni, anche lui arrestato per favoreggiamento.

Il pregiudicato è accusato, dicevamo, di estorsione ai danni di un imprenditore edile, aggravata dalla modalità e dalla finalità di agevolare cosa nostra, ma viene ritenuto nelle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, un personaggio di estremo rilievo negli equilibri della consorteria bagherese in quanto soldato che, in virtù dei posseduti legami di parentela e frequentazioni, avrebbe per lungo periodo operato come fulcro del collegamento tra il mandamento di Bagheria ed elementi di spicco della mafia trapanese.

views:
1688
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Al 48enne viene contestata un'estorsione ai danni di un imprenditore edile
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive