Marsala, Referendum sulle “Trivellazioni in mare”: voto dei cittadini temporaneamente all’estero

Per avvalersi di questa facoltà è nessario che gli interessati facciano pervenire richiesta al Comune

L’Ufficio Elettorale comunale rende note le modalità per esercitare, all’estero, il diritto di voto per corrispondenza in occasione del prossimo Referendum sulle “trivellazioni in mare” (17 aprile). Tale facoltà riguarda i cittadini italiani che si trovino all’estero – per motivi di lavoro/studio/cure mediche – per un periodo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data della consultazione referendaria.

La legge consente anche ai familiari conviventi dei suddetti cittadini di optare per il voto nella circoscrizione Estero. Per avvalersi di questa facoltà, è nessario che gli interessati – entro il termine del prossimo 17 marzo – facciano pervenire richiesta al Comune di iscrizione nelle liste elettorali. La domanda, redatta sull’apposito modello pubblicato online, può essere presentata anche a mano e da persona diversa dell’interessato.

L’opzione del voto per corrispondenza può essere esercitata anche da quanti dichiarino che nella data stabilita per la consultazione referendaria si troveranno all’Estero.

views:
732
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Per avvalersi di questa facoltà è nessario che gli interessati facciano pervenire richiesta al Comune
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive