Il servizio della chiatta che taglia in due la città sarà sospeso per 15 giorni

Mazara del Vallo, la tipica imbarcazione a forma di zattera è stata realizzata nel 2013

Da domani e per 15 giorni il servizio della chiatta a Mazara del Vallo che collega le due sponde del fiume Mazaro che taglia in due la città sarà temporaneamente sospeso per consentire la manutenzione ordinaria e straordinaria. Sono circa 60 mila le persone che dal 2014 ad oggi hanno usufruito del servizio di trasporto fluviale.

La tipica imbarcazione a forma di zattera è stata realizzata nel 2013 dall’amministrazione comunale guidata dal sindaco Nicola Cristaldi in compartecipazione economica con l’ex Provincia di Trapani. La nuova chiatta riprende in chiave moderna le principali caratteristiche della vecchia chiatta che dagli anni 20 e sino al 1971 rappresentava uno dei mezzi di collegamento tra le due sponde del fiume Mazaro più caratteristici ed utilizzati dai mazaresi. Il 30 aprile 1971 la chiatta fu speronata dal peschereccio “Graziella Mangiaracina” provocando la caduta nel fiume dei passeggeri, tutti tratti in salvo. In conseguenza dello speronamento il Prefetto di Trapani dell’epoca ordinò l’abolizione del servizio di trasporto fluviale, ripreso dall’amministrazione comunale nel 2013.

“La Chiatta – dice – è un utile mezzo di collegamento, che offriamo gratuitamente, ma anche una bella attrattiva per i turisti che hanno la possibilità di spostarsi dal centro alla zona balneare di Tonnarella e viceversa”. “Siamo certi che dopo i lavori di escavazione del fiume Mazaro e la realizzazione dello sportello agroalimentare nell’ex mercato ittico all’ingrosso – conclude Cristaldi – aumenterà ulteriormente la domanda per usufruire del servizio e non è escluso che realizzeremo una seconda chiatta per collegare il lungomare con il porto nuovo”.

views:
526
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Mazara del Vallo, la tipica imbarcazione a forma di zattera è stata realizzata nel 2013
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive