50enne fa sesso con il cane per strada, in pieno centro: la storia andava avanti da tempo

"Con i cani ci andavo quando non avevo soldi, altrimenti andavo a prostitute... molto meglio con le donne"

“Con i cani ci andavo solo quando non avevo soldi, se avevo soldi andavo a prostitute… molto meglio con le donne”. Un racconto lucido, talmente lucido da fare passare in secondo piano la schizofrenia dell’imputato.

Sotto processo per aver fatto sesso con un cane per strada. Il giudice Lorenzo Matassa ha chiesto la perizia psichiatrica per un uomo di 50 anni, accusato di atti osceni in luogo pubblico, perché sorpreso in una strada nel centro di Palermo intento a soddisfare i propri istinti belluini. E lo avrebbe fatto più volte, in pieno giorno, in una strada residenziale come via Liguria.

L’uomo è stato denunciato dai proprietari del cane. A quanto sembra la storia andava avanti da tempo. Il 50enne è stato visto più volte da una signora affacciata al balcone: si avvicinava al giardino di un’abitazione al pianterreno; poi bloccava il cane e lo costringeva ad atti sessuali di una crudezza inenarrabile. Tanto che i proprietari dell’animale hanno iniziato a temere il peggio e si sono rivolti alla giustizia. Il gip, che dovrà decidere sull’eventuale rinvio a giudizio, ha chiesto degli accertamenti psichici sul 50enne che in passato sembrerebbe avere mostrato altri segni di squilibrio.

Lo psichiatra Maurizio Marguglio ha incontrato l’imputato in carcere e ha scoperto che da anni è affetto da una grave forma di schizofrenia, solo che “nell’agire delittuoso oggi a giudizio non c’è alcun collegamento con la patologia in diagnosi”. Il consulente esclude che l’imputato “non fosse cosciente di ciò che faceva”, anzi aveva “una precisa volontà di farlo”.

views:
2599
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Con i cani ci andavo quando non avevo soldi, altrimenti andavo a prostitute... molto meglio con le donne"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive