Baby squillo, l’ex 16enne che fa tremare la Palermo bene: nuovi nomi e incontri a Trapani

Oltre 60, al momento, i clienti dei quali parla la ragazza, ma solo di 10 è nota l'identità

L’ex 16enne che fa tremare la Palermo bene. Emergono nomi e volti di mesi che sono stati un incubo. Adesso, infatti, è caccia ad altri 20 persone. Ancora nuovi volti e ancora nuove abitazioni dove si sarebbero consumati gli appuntamenti della ragazza ricattata dal fidanzato. Il suo soprannome era Naomi, datole dal suo ex ragazzo, Dario Nicolicchia.

Gli incontri non avvenivano solo a Palermo. La 16enne, messe alla strette dalla madre e costretta a denunciare, avrebbe dichiarato agli inquirenti che alcuni incontri sarebbe avvenuti anche a Trapani. Oltre 60, al momento, i clienti dei quali parla la ragazza, ma solo di 10 è nota l’identità, dal momento che la giovane non ha avuto alcun dubbio, avendoli rivisti. Per loro è scattato un avviso di garanzia per il reato di favoreggiamento della prostituzione minorile. Sugli altri, al momento, sono in corso le indagini.

Al momento, si è in attesa dell’analisi dei computer e del cellulare di Nicolicchia, arrestato venerdì mattina. In seguito, le foto dei sospettati verranno mostrate alla sedicenne per giungere alla reale identità. Nei verbali di questa ragazza oggi 18enne, emergono ricordi confusi, come di chi vorrebbe dimenticare quanto accaduto. Crede, forse di ricordare un legale. Tutta annebbiata quella che sembra essere una lista a luci rosse destinata ad allungarsi. L’incubo della giovane inizia nel 2013. Le indagini della Squadra mobile sono piene di incontri a domicilio.

I rapporti venivano consumati nello studio di dentisti e avvocati, nelle stanze di bed & breakfast e ancora nel parcheggio di viale delle scienze o nel piazzale Giotto. Gli esperti, che hanno valutato il profilo psicologico della ragazza parlano di testimonianza attendibile resa da una persona “pervasa dai sensi di colpa”. E sono stati proprio i sensi di colpa, qualche mese fa, a convincerla a confidarsi con la madre. Non si fidava più di quell’uomo, il ragazzo di 29 anni, che l’aveva convinta a vendere il suo corpo con la promessa di raccogliere i soldi per fuggire insieme in Giappone.

views:
2851
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Oltre 60, al momento, i clienti dei quali parla la ragazza, ma solo di 10 è nota l'identità
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive