Mostra di Ajello al Centro Diurno del dipartimento di salute mentale dell’Asp

Arteterapia - Presenti alla manifestazione: Fabrizio De Nicola, Osvaldo Ernandes e Antonella La Commare

L’arteterapia come modello terapeutico per il disagio sociale e come strumento per la riabilitazione psichiatrica. L’inaugurazione della mostra della pittrice palermitana Patrizia Ajello “Frammenti di aria, terra, mare” al palazzo Carrubbo della Cittadella della salute, sede del Centro Diurno “Tempo di Volare” del Dipartimento Salute mentale dell’A.S.P. di Trapani, è stata ieri anche l’occasione per visitare i laboratori e le produzioni artistiche dei pazienti del centro, diretto dal dott. Giorgio Geraci.

Il Centro Diurno è una struttura semi residenziale con funzioni terapeutico riabilitative personalizzate per i singoli pazienti.

Presenti alla manifestazione, tra gli altri, il direttore generale dell’ASP Fabrizio De Nicola, il direttore del distretto di Trapani Osvaldo Ernandes e la responsabile della Formazione Antonella La Commare.

“Nell’ottica dell’umanizzazione delle cure – ha detto De Nicola – abbiamo voluto aprire il centro all’esterno, con una sorta di connubio tra i nostri pazienti, che attraverso l’arteterapia imparano ad esprimersi con linguaggi diversi, e il variegato mondo dell’arte. Prima abbiamo ospitato una collettiva di alcuni pittori trapanesi, adesso una pittrice palermitana, e anche da altre parti dell’isola si sono fatti avanti a sostenere questo progetto. Uno scambio interpersonale – ha concluso -che ritengo arricchisce entrambi”.

Nella mostra, che resterà aperta fino al 31 marzo ogni giorno dalle 10 alle 12 escluso la domenica, le opere dell’artista sono esposte a fianco di quelle dei pazienti.

views:
310
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Arteterapia - Presenti alla manifestazione: Fabrizio De Nicola, Osvaldo Ernandes e Antonella La Commare
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive