Orgoglio Marsalese sul ruolo dell’ospedale: “On. Milazzo, la realtà purtroppo la contraddice”

"Marsala non è tutelata dalla classe politica che la rappresenta, il cittadino marsalese ha altre urgenze"

Ho letto l’intervista dell’On. Milazzo sul ruolo dell’ospedale di Marsala che, asserisce, non subisce alcun depotenziamento; anzi l’Onorevole sostiene che “Marsala soffre di mania di persecuzione”, ed illustra la filosofia utilizzata nel progetto sanitario ossia quella dell’integrazione del territorio, senza inutili doppioni con lo scopo di creare reparti di eccellenza che fungano da polo nell’intera provincia.

Questa la teoria. La realtà, purtroppo, la contraddice. Il reparto di radioterapia, ad esempio, operativo a Trapani, sta per essere doppiato anche a Mazara del Vallo, ciò per la forte influenza politica che il sindaco di quella città ha l’autorevolezza di esercitare.

Il reparto di urologia, al contrario, già presente ed efficiente nel nostro ospedale, sta per essere potenziato in struttura complessa oncologica, dunque nessun nuovo servizio per l’utenza semmai, guarda caso, un nuovo posto di primario da assegnare a qualche accolito. È da chiedersi se tale potenziamento risponda realmente alle esigenze del territorio ovvero ad altre di diversa natura, considerato che presso l’Ospedale di Trapani esiste già una divisione di UROLOGIA con un PRIMARIO di ruolo, quindi, un altro DOPPIONE!

Il reparto di ematologia viene trasferito da Marsala a Castelvetrano, qui resta soltanto medicina trasfusionale. Chirurgia vascolare ed il reparto di otorinolaringoiatria saranno trasferiti a Trapani, resterebbe a Marsala solo un ambulatorio. Stessa sorte, sembra, anche per il reparto di oculistica.

Come ho brevemente illustrato vanno via reparti molto importanti per la salute pubblica e restano chirurgia plastica e malattie infettive. Reparti sicuramente utili, ma decisamente, meno determinanti per la salvaguardia della salute.

Onorevole Milazzo, signor Sindaco, non è che Marsala soffre di mania di persecuzione, Marsala non è tutelata dalla classe politica che la rappresenta, il cittadino marsalese ha altre urgenze: la Neurochirurgia, ad esempio, quante giovani vite salverebbe!

L’Emodinamica, sarebbe di vitale importanza averla nel nostro ospedale visto che la più alta causa di decessi è di natura cardiovascolare e così pure la Chemioterapia, quanti tristi e dolorosi viaggi della speranza verrebbero risparmiati ai nostri concittadini!

I politici hanno il dovere istituzionale di tutelare il territorio, di evitare che le nostre sale operatorie restino chiuse per mesi per mancanza di anestesisti, che non vi siano ore ed ore di attesa al pronto soccorso, che non manchino i medici specialisti nelle 24 ore, che non mandino utenti con carenza di ferro, (fra cui molte donne in stato di gravidanza) a Trapani per eseguire la terapia (che consiste, in una semplice fiala di ferro, una vera e propria VERGOGNA!!!)

Fare politica non è una necessità, è un servizio che di deve svolgere con umiltà e fermezza, con autorevolezza spesso indispensabile per determinare le scelte a favore di un territorio, perchè, come tutti sappiamo, i risultati vanno conquistati, le eccellenze difese, i benefici conquistati!

Chi non ha la forza, la determinazione, il coraggio di battersi per il proprio territorio non ha futuro, condannando anche la propria città alla stessa triste fine.

Forse, se le cose stanno così, possiamo certamente dire che si stava meglio quando si stava peggio!

Comitato cittadino “ORGOGLIO MARSALESE”

views:
1101
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Marsala non è tutelata dalla classe politica che la rappresenta, il cittadino marsalese ha altre urgenze"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive