Evade da comunità, cerca di fuggire su un autobus: i Carabinieri fermano il 21enne

Si era allontanato arbitrariamente per recarsi a Palermo a bordo di un pullman di una nota compagnia di trasporti

Nell’ottica di una serie di servizi mirati al controllo del rispetto delle prescrizioni a cui sono sottoposti i soggetti gravati da misure detentive di tipo domiciliare, particolarmente promossi dal Comando Compagnia Carabinieri di Alcamo, retto dal Capitano Savino Capodivento, i Carabinieri della Stazione di Calatafimi Segesta, al comando del Maresciallo Giuseppe De Rosa, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per evasione Canepa Giuseppe Pio, classe 1994, che stava scontando la misura cautelare degli arresti domiciliari presso la Comunità terapeutica assistita “Sentiero per la vita”.

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri constatavano l’assenza del ragazzo dal luogo ove era obbligato a permanere, per disposizione del magistrato, attivando nell’immediatezza le ricerche. Presi contatti con il responsabile della comunità, questo metteva a conoscenza i militari dell’Arma che il giovane poco prima si era allontanato arbitrariamente per recarsi a Palermo a bordo di un pullman di una nota compagnia di trasporti locale.

I Carabinieri di Calatafimi, quindi, dopo essere riusciti a contattare telefonicamente l’autista dell’autobus, con uno stratagemma, riuscivano a fermarne la corsa, infatti il conducente, simulando un guasto meccanico in modo da non insospettire il ricercato, si fermava in una piazzola di sosta dell’autostrada A29 all’altezza di Cinisi. Nel giro di pochi minuti la gazzella si precipitava sul posto e così riuscendo a fermare il fuggitivo che veniva arrestato e ricondotto in comunità a disposizione dell’autorità giudiziaria.

views:
562
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Si era allontanato arbitrariamente per recarsi a Palermo a bordo di un pullman di una nota compagnia di trasporti
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive