In manette imprenditore agricolo 29enne: detenzione e spaccio

I Carabinieri concludevano le operazioni con il rinvenimento di: cocaina, marijuana, M.D.A. (“droga degli stupri”)...

Un operazione antidroga è stata messa a segno dai Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano. Nel corso della serata di sabato 9 aprile, infatti, militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della locale Compagnia, impegnati in un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e reprensione dello spaccio di stupefacenti nel centro abitato e nel territorio di Castelvetrano, hanno tratto in arresto il Palermitano di nascita, ma residente a Castelvetrano Francesco Paolo Marcenò, imprenditore agricolo 29enne, incensurato.

Il predetto, a bordo della sua autovettura, una SW di grossa cilindrata, veniva notato dagli operanti perché intento a procedere a velocità sostenuta, percorrendo stradine secondarie, quasi come a volersi sottrarre dalla vista di eventuali appartenenti alle Forze di Polizia. Il soggetto veniva, pertanto, pedinato fino a quando addentratosi in un’area privata chiusa da un muro di cinta, veniva fermato e sottoposto a perquisizione personale e veicolare.

Tali operazioni si concludevano con il rinvenimento di circa 2 grammi di sostanza stupefacente del tipo “cocaina” già suddivisa in 5 dosi e la somma contante di euro 380,00 suddivisa in banconote di diverso taglio.

La perquisizione veniva altresì estesa nell’abitazione dell’indagato ove venivano rinvenuti:

– 120 grammi circa di sostanza stupefacente del tipo Marijuana;

– 5 grammi di M.D.A., droga sintetica comunemente denominato “droga degli stupri”;

– vario materiale usato per confezionamento di dosi e spaccio al minuto per terzi, tra cui quattro bilancini di precisione e n. 2 coltelli utilizzati per frazionare le dosi.

In relazione a ciò il Marcenò veniva tratto in arresto e, successivamente, terminati gli accertamenti del caso, tradotto agli arresti domiciliari presso la di lui abitazione nell’attesa del giudizio di convalida avvenuto in data odierna dinanzi al G.I.P. Marsalese che applicava la misura cautelare dell’obbligo di dimora nel territorio del comune di Castelvetrano, imponendogli di non allontanarsi dalla propria abitazione in determinate ore del giorno.

Sono ora in corso accertamenti tesi a individuare i soggetti cui lo stupefacente in tema era destinato ed i canali attraverso cui l’arrestato si sia procurato lo stupefacente.

L’operazione in questione si inquadra nell’ambito dei controlli finalizzati a scoraggiare i giovanissimi al consumo di droga, fenomeno, che appare sempre più dilagante e preoccupante, in particolar modo per quel che attiene il settore degli stupefacenti leggeri, che negli ultimi anni appare avere avuto addirittura un incremento.

views:
1478
ftf_open_type:
kia_subtitle:
I Carabinieri concludevano le operazioni con il rinvenimento di: cocaina, marijuana, M.D.A. (“droga degli stupri”)...
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive