L’Asp consegna all’assessorato alla Salute la relazione sul caso del piccolo Andrea Mistretta

"Il pediatra? Non era il pediatra di libera scelta del distretto sanitario di Marsala, ma uno specialista che svolgeva attività libero-professionale"

“Abbiamo consegnato ai vertici dell’assessorato regionale alla Salute la relazione dettagliata degli eventi verificatisi la sera del 9 aprile scorso al presidio ospedaliero Paolo Borsellino di Marsala, riguardanti caso del piccolo paziente Andrea Mistretta. predisposta dalla direzione sanitaria del nosocomio. Assessore e assessorato, con cui, istante per istante, c’è stata in questa vicenda una stretta interlocuzione e collaborazione”. Lo ha dichiarato il direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale di Trapani, Fabrizio De Nicola.

“Dal resoconto emerge come i sanitari del pronto soccorso, che dell’anestesia e rianimazione che della radiodiagnostica – ha aggiunto – siano intervenuti con prontezza, professionalità e dedizione. Essere invece quasi posti all’indice, prima ancora di verificare i fatti, è stato mortificante per il personale dell’ospedale, che sapeva di avere fatto tutto il possibile. Per questo ci ha fatto molto piacere il riconoscimento che il papà del piccolo Andrea ha fatto pubblicamente, sulla bontà dell’operato dei medici e del personale ospedaliero di Marsala. A lui a alla sua famiglia va il nostro commosso cordoglio, perché non riuscire a salvare una vita umana, specie quella di un bimbo, è una perdita anche per tutti noi.

Riguardo le ore precedenti all’arrivo al pronto soccorso del piccolo paziente – ha concluso De Nicola – voglio solo specificare che il pediatra cui i genitori si sono recati per un consulto, non era il pediatra di libera scelta del distretto sanitario di Marsala, ma uno specialista che svolgeva attività libero-professionale”.
Per completezza d’informazione sul caso del piccolo Andrea Mistretta pubblichiamo, ancora una volta, la dichiarazione dell’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi.

“Sulla tragica vicenda del piccolo Andrea Mistretta il servizio sanitario pubblico ha offerto un percorso assistenziale molto corretto. Desidero esprimere un plauso a tutta la catena assistenziale messa in atto dagli operatori sanitari del Servizio Sanitario Regionale che, da Marsala a Palermo, hanno offerto comportamenti non soltanto ineccepibili sul piano professionale ma anche degni di vera considerazione sotto l’aspetto umano e della sensibilità dimostrata in ogni momento della terribile vicenda. Le verifiche ispettive da me attivate sin dalle prime ore ed i relativi risultati sono ovviamente oggetto di puntuale comunicazione all’autorità giudiziaria. Nel ribadire un plauso sentito a tutti gli operatori sanitari che sono stati protagonisti seri, professionalmente ed umanamente, nell’iter del percorso assistenziale pubblico messo in atto per il piccolo Andrea, non posso non rammaricarmi per i tristi tentativi di speculazione e strumentalizzazione messi in atto da parte di taluni che, senza alcuna reale e precisa conoscenza di fatti e circostanze, hanno mancato di rispetto innanzitutto al piccolo paziente, al Servizio sanitario pubblico ed alla abnegazione professionale ed umana degli operatori sanitari. Tutto ciò purtroppo non ci ridarà Andrea. Per questo, ribadisco, la vicinanza sincera del Governo regionale e mia personale ai familiari ed all’intera comunità marsalese”.

views:
4619
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Il pediatra? Non era il pediatra di libera scelta del distretto sanitario di Marsala, ma uno specialista che svolgeva attività libero-professionale"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive