Agricoltura: FederAgri, Unicaa e Mcl incontrano il Prefetto sull’aumento dei tributi

"Gratitudine per la sensibilità e l’impegno manifestati da Leopoldo Falco, fiduciosi che si possa trovare rimedio all’attuale drammatica e assurda pressione fiscale"

Il 18 aprile una delegazione di FederAgri e di UNICAA (Centro nazionale di assistenza agricola), composta rispettivamente da Michele De Maria ed Enzo Daidone, e dalla Dr.ssa Elena Oddo, nonché dal sig. Enzo Lentini, titolare di azienda agricola associata a FederAgri, guidata dal presidente provinciale di MCL – Movimento Cristiano Lavoratori – Dr. Ubaldo Augugliaro, ha incontrato il Prefetto di Trapani Dott. Leopoldo Falco, per rappresentargli il grave stato di disagio in cui versano gli agricoltori ed anche i proprietari di fondi rurali non produttivi, i quali da alcuni giorni sono destinatari di cartelle esattoriali contenenti un’insostenibile imposizione di tributi riguardanti diritti fissi emessi dal Consorzio di Bonifica 1 Trapani, in esecuzione dell’art.47, comma 11, della L.R. 9/15, avente ad oggetto: “Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2015. Legge di stabilità regionale”.

Tale tributo, che si aggiunge al canone relativo all’erogazione idrica ad uso irriguo, ha visto all’improvviso un vergognoso aumento del 400% del diritto stesso, il quale passa insostenibilmente da € 22,00 per Ha (ettaro) a € 93,94 per Ha per l’anno 2015, con effetti progressivamente crescenti per gli anni successivi.

La delegazione, rappresentando al Prefetto la diffusa preoccupazione per le devastanti ripercussioni economiche e sociali previste a danno degli agricoltori e dei proprietari di fondi rustici non produttivi, a causa della suddetta norma regionale, ne ha chiesto l’autorevole intervento presso le autorità competenti.

La delegazione di cui sopra ha ricevuto dal Prefetto dr. Falco il confortante impegno ad adoperarsi presso l’Amministrazione Regionale per rappresentare l’urgenza e la necessità di ricercare le soluzioni occorrenti per far fronte ai problemi che affliggono migliaia di agricoltori e proprietari di fondi rurali.

FederAgri, UNICAA ed MCL Trapani hanno espresso ed esprimono gratitudine per la sensibilità e l’impegno manifestati da S.E. il Prefetto di Trapani Dott. Leopoldo Falco, e si dichiarano fiduciosi che grazie al Suo intervento presto si possa trovare rimedio all’attuale drammatica e assurda pressione fiscale derivante dall’imposizione del tributo fisso a favore dell’ente consortile di bonifica per la Sicilia occidentale, possibilmente mediante un provvedimento di revoca del citato art. 47, comma 11, della L.R. 9/2015 o di sospensione degli effetti prodotti e degli atti connessi e conseguenti, nelle more che sopravvengano le necessarie modifiche legislative.

views:
400
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Gratitudine per la sensibilità e l’impegno manifestati da Leopoldo Falco, fiduciosi che si possa trovare rimedio all’attuale drammatica e assurda pressione fiscale"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive