Marsala, “Truffa con i buoni pasto”: Antonella La Monica condannata per truffa allo Stato

Condanna per l'ex dirigente della Procura di Marsala. La Monica è stata, però, assolta dall'accusa di falso ideologico

Marsala – Antonella La Monica, 44 anni, di Palermo, ex dirigente amministrativo della Procura di Marsala e del tribunale di Trapani, è stata condannata a 10 mesi per truffa allo Stato dal Gup di Marsala Francesco Parrinello. La Monica, processata con rito abbreviato, era accusata anche di falso ideologico, ma da questa imputazione è stata assolta.

Secondo l’accusa, la donna, che in seguito a questa vicenda è già stata licenziata dal ministero della Giustizia, tra il maggio 2014 e il marzo 2015, quando era in servizio a Marsala, avrebbe commesso i reati contestati chiedendo 117 buoni pasto (7 euro ciascuno) e attestando, a tal fine, di essere rimasta in ufficio, dopo la pausa pranzo, anche nel pomeriggio (per almeno tre ore).

Dalle indagini è emerso che spesso ciò non è accaduto. In diverse occasioni, infatti, è stato accertato, anche con intercettazioni, che nei giorni e negli orari in cui la dirigente attestava di essere in ufficio, in realtà era altrove. Analoghi comportamenti sono stati contestati anche per il periodo di servizio a Trapani.

In questo secondo caso i buoni pasto ottenuti e non spettanti sono stati 35. In tutto, dunque, 152, per un valore complessivo di 1.064 euro. [Ansa]

views:
1894
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Condanna per l'ex dirigente della Procura di Marsala. La Monica è stata, però, assolta dall'accusa di falso ideologico
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive