Studenti simulano una procedura d’emergenza in caso di incendio o di terremoto

Istituto comprensivo Pirandello. Presenti l’Amministrazione, Protezione civile, Polizia municipale e Vigili del fuoco

250 alunni dell’Istituto comprensivo “L. Pirandello – S. Giovanni Bosco” sono stati protagonisti ieri di una esercitazione virtuale, simulando una procedura d’emergenza in caso di incendio o di terremoto. Gli allievi, delle classi quarte e quinte della scuola primaria e delle prime classi della secondaria di primo grado, hanno messo in pratica gli insegnamenti acquisiti durante l’anno scolastico nell’ambito del progetto nazionale “Scuola Multimediale di Protezione Civile” promosso dal Dipartimento nazionale della Protezione Civile con l’obiettivo di approfondire la conoscenza dei rischi presenti sui territori, affinché insegnanti e studenti siano adeguatamente formati per poterli affrontare.

Gli studenti, durante l’intero anno scolastico, hanno avuto l’opportunità di conoscere meglio terremoti, vulcani, alluvioni, maremoti, incendi boschivi, ma anche i rischi provocati dall’attività umana – industriale. Insegnanti e alunni sono stati inoltre sensibilizzati sui comportamenti da adottare per proteggersi in caso di pericolo e sul funzionamento del sistema di protezione civile. Questo ampio percorso didattico è stato realizzato on-line, grazie a una piattaforma multimediale messa a punto dagli esperti del Dipartimento nazionale della Protezione Civile, i cui contenuti didattici sono stati approfonditi in classe mediante un approccio ludico. In Sicilia sono stati 13 Istituti gli comprensivi che hanno aderito al progetto con 2.775 studenti e 160 insegnanti distribuiti su 8 provincie.

Per quanto riguarda la provincia di Trapani, oltre l’Istituto comprensivo “L. Pirandello – S. Giovanni Bosco” di Campobello, ha partecipato anche la scuola “Borsellino” di Mazara del Vallo. Il percorso formativo svolto durante l’anno si è dunque concluso ieri proprio con un’esercitazione sul campo, che ha visto impegnati gli alunni nella simulazione di una procedura di urgenza in caso di terremoto e d’incendio il cui scenario è stato elaborato dalla Direzioni Regionale Siciliana della Protezione civile con il supporto della Protezione civile del Comune di Campobello, della locale Polizia municipale, dei vigili del Fuoco del distaccamento di Castelvetrano e dei volontari dell’associazione “Soccorso Cave di Cusa”.

Alla manifestazione erano presenti il dirigente scolastico Giulia Flavio, il sindaco Giuseppe Castiglione, il vicesindaco Antonella Moceri, che ha ricoperto anche l’incarico di referente scolastico del progetto, l’assessore comunale Giacomo Sucameli, il dirigente comunale della Protezione civile Salvatore Montalbano, il responsabile della Polizia municipale Giuliano Panierino e i rappresentanti del Dipartimento Regionale della Protezione civile.

views:
354
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Istituto comprensivo Pirandello. Presenti l’Amministrazione, Protezione civile, Polizia municipale e Vigili del fuoco
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive