Fa condannare all’ergastolo lo zio che l’aveva violentata da bambina e che le uccise la madre

La corte d'assise di Trapani condanna al carcere a vita i fratelli Michele e Giuseppe Vaiana, colpevoli del duplice omicidio di Caterina Vaiana e del compagno Paolo Ferrara

Ergastolo per i fratelli Giuseppe e Michele Claudio (detto Giovanni) Vaiana. Il verdetto pronunciato dai Giudici della Corte d’Assise di Trapani, presieduta da Angelo Pellino, che hanno creduto alla storia raccontata da Enza che nel 2013 consentì alla Procura di Marsala di ricostruire per la prima volta il retroscena di un duplice omicidio rimasto irrisolto. L’omicidio è quello di Paolo Favara (30 anni) e Caterina “Rina” Vaiana (33 anni), una coppia amanti uccisi a fucilate nell’agosto del 1990 a Campobello di Mazara, in un ovile di contrada Dionisio, sotto gli occhi della figlia di Caterina, che allora aveva 16 anni. I carabinieri del Norm della Compagnia di Castelvetrano, riaprendo nel 2010 le indagini, durante le quali si avvalsero anche di intercettazioni ambientali, accertarono che entrambi i fratelli Vaiana avrebbero avuto un movente per uccidere le vittime.

Giuseppe Vaiana non sarebbe voluto andare in carcere per avere violentato, anni prima, la nipote, figlia di Caterina, all’epoca dei fatti una bambina di sette anni, mentre Giovanni Vaiana avrebbe voluto restituiti circa 13 milioni di lire che aveva prestato alla sorella per l’acquisto del gregge che curava con il suo compagno, Paolo Favara il quale aveva sposato un’altra sorella dei Vaiana. Il legale di fiducia di Giuseppe Vaiana, l’avvocato Vincenzo Salvo, ha preannunciato per il suo assistito il ricorso in Appello non appena saranno rese note le motivazioni della sentenza.

Per questa orribile storia di degrado familiare e morte, la giustizia è arrivata e il coraggio della denuncia di quella bambina nel frattempo diventata madre, è stato premiato. La coraggiosa denuncia 25 anni dopo di una donna di Campobello di Mazara porta alla soluzione di un cold case. Amara soddisfazione per Enza quella di vedere condannato all’ergastolo quello zio che la violentava quando era bambina e che le uccise la madre quando lei, dieci anni dopo, ebbe il coraggio di raccontare delle violenze subite.

views:
2694
ftf_open_type:
kia_subtitle:
La corte d'assise di Trapani condanna al carcere a vita i fratelli Michele e Giuseppe Vaiana, colpevoli del duplice omicidio di Caterina Vaiana e del compagno Paolo Ferrara
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive