Scompenso Cardiaco, Fabrizio De Nicola: “Deve crescere cultura prevenzione”

"Una malattia che colpisce un milione di nostri concittadini in crescita del 16 per cento ogni anno, ed è una delle principali causi di ospedalizzazione nel nostro paese e la prima come costi per il servizio sanitario"

Si sono concluse ieri le Giornate europee sullo scompenso cardiaco, svoltesi a Mazara del Vallo, con l’incontro–dibattito all’auditorium ‘Mario Caruso’ su “Scompenso Cardiaco: alcuni consigli utili su prevenzione e cura”. L’incontro, moderato dal responsabile della Formazione dell’ASP Antonella La Commare, ha visto la presenza del direttore generale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani Fabrizio De Nicola, del presidente del consiglio comunale Vito Gancitano, oltre che di cardiologi, fisioterapisti, psicologi e nutrizionisti.

“Una malattia che colpisce un milione di nostri concittadini – ha osservato De Nicola – in crescita del 16 per cento ogni anno, ed è una delle principali causi di ospedalizzazione nel nostro paese e la prima come costi per il servizio sanitario. Per questo sono essenziali iniziative di sensibilizzazione come queste per far crescere la cultura della prevenzione. Come azienda – ha concluso – nel nostro nuovo piano aziendale abbiamo avuto particolare attenzione nel potenziare questi reparti, come a Mazara, dove abbiamo previsto la Cardiologia con la Terapia Intensiva Cardiologica”.

La campagna europea dello scompenso cardiaco è stata promossa dalla European society of cardiology e dall’Heart failure association of the Esc, e patrocinata dalla Federazione Italiana di Cardiologia, dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani e dal Comune di Mazara del Vallo.

Gli eventi dell’intera settimana sono stati coordinati da Michele Gabriele, cardiologo ospedaliero dell’ASP di Trapani.

“Lo scompenso cardiaco – ha detto Gabriele – è un a patologia fortemente invalidante e per questo puntiamo a realizzare una serie di iniziative di informazione, su possibili sintomi, sull’importanza delle diagnosi precoci e sul ruolo della prevenzione”.

Durante questa giornate si sono svolte simulazioni di manovre di rianimazione cardiopolmonare con la supervisione di istruttori accreditati, utilizzando defibrillatori e presidi sanitari messi a disposizione dall’Asp, e divulgato materiale informativo da parte del personale della Cardiologia dell’ospedale di Mazara del Vallo.

Nel corso della settimana infine sono state esposte una serie di opere della pittrice palermitana Patrizia Ajello.

De Nicola-La Commare-Gabriele

views:
520
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Una malattia che colpisce un milione di nostri concittadini in crescita del 16 per cento ogni anno, ed è una delle principali causi di ospedalizzazione nel nostro paese e la prima come costi per il servizio sanitario"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive