Oggi in chiesa Madre i funerali di Giacomo Rallo: ambasciatore vino siciliano nel mondo

Marsala - Insieme alla moglie Gabriella Anca diede vita a "Donnafugata". Uno degli innovatori del mondo del vino siciliano

Si svolgono oggi, mercoledì 11 maggio, i funerali di Giacomo Rallo. La camera ardente, dalle ore 15.00, nelle cantine Donnafugata (via Lipari a Marsala). I funerali alle ore 16.00, in Chiesa Madre. Il cavaliere del lavoro Giacomo Rallo, uno degli imprenditori vitivinicoli siciliani più noti a livello internazionale, è morto ieri mattina stroncato da un infarto.

Giacomo Rallo nasce a Marsala il 18 ottobre del 1937 ed è la quarta generazione di una famiglia siciliana impegnata dal 1851 nella produzione di vini di qualità. Fin da giovane prende parte alle attività dell’azienda di famiglia che dirige dal 1965 al 1970 assumendone, al contempo, l’incarico di export manager. Si dedica poi a proprie attività imprenditoriali, sempre in ambito enologico. Nel 1983, mettendo a frutto le esperienze maturate all’estero, insieme alla moglie Gabriella Anca, esperta viticoltrice, dà vita al progetto “Donnafugata” determinandone le scelte strategiche attraverso un forte orientamento al mercato ed al segmento dei vini di qualità. L’obiettivo è quello di sviluppare in Sicilia un innovativo progetto produttivo e culturale che valorizzi l’identità del territorio e sia in grado di assimilare il meglio della tecnica e della scienza enologica.

Per questo, Giacomo Rallo, viene considerato uno degli innovatori del mondo del vino siciliano. Il progetto di Donnafugata si è tradotto nella realizzazione dei tre siti produttivi (le cantine di vinificazione di Contessa Entellina e Pantelleria, e quella di affinamento di Marsala) e nella coltivazione di 260 ettari di vigneti a Contessa Entellina e di 68 ettari a Pantelleria. Convinto sostenitore dell’associazionismo tra gli operatori della filiera vitivinicola, Giacomo Rallo ha ricoperto diversi prestigiosi incarichi in diversi organismi associativi. Nel 2006 è stato nominato Cavaliere del Lavoro. Lascia la moglie Gabriella Anca e i figli Josè e Antonio che lavorano anche loro in azienda.

Giunta e Consiglio comunale di Marsala – Il sindaco Alberto Di Girolamo e il presidente Enzo Sturiano, a nome personale, della Giunta e del Consiglio comunale di Marsala, esprimono il cordoglio per il luttuoso evento che ha colpito la famiglia Rallo: “La grave perdita di Giacomo Rallo lascia sgomenta la città, nonchè il panorama enologico italiano e quello marsalese in particolare dove, per oltre trent’anni, ha presieduto la Cantina Donnafugata. Un imprenditore che ha contribuito a portare in alto, in Italia e all’estero, l’immagine di Marsala intrisa di storia e cultura del vino. Alla moglie Gabriella, ai figli Antonio e Josè, esprimiamo la nostra vicinanza in questo momento di forte dolore, nella convinzione che il Cavaliere del Lavoro Giacomo Rallo, apprezzato per garbo e stile, Cavaliere lo è stato anche nella vita”.

Giuseppe Pace, Camera di Commercio di Trapani – Il presidente della Camera di Commercio di Trapani Giuseppe Pace, dopo avere appreso della scomparsa di Giacomo Rallo, fondatore delle Cantine Donnafugata, ha voluto esprimere le sue condoglianze ai famigliari dell’imprenditore venuto a mancare in queste ore. “Giacomo Rallo – ha detto il presidente Pino Pace – è stato un imprenditore che ha dato lustro a Marsala e all’intero paese, facendo conoscere in tutto il mondo la qualità dei nostri vini. Con il suo lavoro è riuscito a valorizzare l’identità di un territorio laborioso e ricco di eccellenze, che in Giacomo Rallo ha trovato una delle sua migliori espressioni”.

Antonella Milazzo, deputato regionale (PD) – “Con la morte del Cav. Giacomo Rallo Marsala perde una delle sue migliori energie, un riferimento, un modello da seguire, un imprenditore che con il suo saper fare ha contribuito a portare in alto il nome della nostra città, facendo di Donnafugata un marchio di eccellenza nel panorama vinicolo internazionale. Alla moglie Gabriella e ai figli, Antonio e Josè, le mie più sentite condoglianze e l’invito a proseguire nel solco tracciato dal Cav. Rallo perchè, come lui stesso disse in occasione del riconoscimento di Cavaliere del Lavoro, la nostra terra ha bisogno di credere in se stessa e di riscoprire le sue vocazioni produttive e culturali”. Antonella Milazzo

giacomo-rallo-donnafugata-marsala

 

views:
2970
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Marsala - Insieme alla moglie Gabriella Anca diede vita a "Donnafugata". Uno degli innovatori del mondo del vino siciliano
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive