Francesco Barraco con i Garibaldini di Moscatelli seguì le gesta di Garibaldi e i Garibaldini

Gaspare Barraco: "Un pensiero per gli eroi. L'11 maggio 1860 e l'11 maggio 1943 a Marsala: il tutto per liberi tutti: centro, sinistra e destra"

Dopo il Risorgimento, un’altra pagina gloriosa italiana fu la Liberazione. Nella guerra di Liberazione vi furono i Partigiani Combattenti delle Brigate Garibaldi di Cino Moscatelli, a cui fece parte il 92enne Marsalese Cav. Francesco Barraco (dal 1943 al 1945), che si ispirano in tutto a Giuseppe Garibaldi e ai 1089 Garibaldini. Se non c’era la guerra dei valorosi Partigiani, i nostri alleati avrebbero usato come metodo di guerra i bombardamenti distruttivi, con Marsala testimone e succube l’11 Maggio 1943.

Nella foto la targa oggetto di offese gravissime ripetute verso chi ha lottato rimanendo vivo e verso chi ha lottato perdendoci la vita. Per una guerra di Liberazione (non civile) per farci vivere liberi tutti, centro, sinistra e italiani della destra. Se si analizzano le telecamere della zona?

Ing. Gaspare Barraco

 

Nella foto: Francesco Barraco il 25 Aprile 2015. Da sinistra Giuliana Zerilli, Gaspare Barraco (figlio di Francesco), Francesco Barraco, Giuseppina Passalacqua e Nicolò Barraco (figlio di Francesco)

views:
1002
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Gaspare Barraco: "Un pensiero per gli eroi. L'11 maggio 1860 e l'11 maggio 1943 a Marsala: il tutto per liberi tutti: centro, sinistra e destra"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive