Scritta inneggiante la mafia sul Monumento ai Caduti: “Arretratezza culturale”

Un’altra denuncia partirà nei confronti dell’autore di uno scherzo di “cattivo gusto” che da ieri circola sui social network. La condanna di Castiglione e Tumminello

Campobello di Mazara – Il sindaco Giuseppe Castiglione e il presidente del Consiglio comunale Simone Tumminello condannano fermamente il gesto compiuto, qualche giorno fa, da ignoti che hanno deturpato il Monumento ai Caduti che si trova all’interno della villa comunale con una scritta inneggiante la Mafia.

«L’Amministrazione comunale – dichiarano – non può restare indifferente di fronte ad atti come questi che, seppur probabilmente riconducibili a una ragazzata, denotano purtroppo senso di inciviltà, di irriverenza e di arretratezza culturale. Ѐ dovere delle istituzioni, delle scuole e delle famiglie campobellesi, infatti, promuovere quel processo di cambiamento culturale necessario affinché atti come questi non si ripetano più nel nostro paese che ha tanto bisogno di crescere nel rispetto delle regole democratiche e della convivenza civile. Non saranno tuttavia gesti come questo a offuscare il processo di cambiamento che la città di Campobello ha già avviato».

L’episodio è stato denunciato dal Sindaco alla Procura della Repubblica. Un’altra denuncia partirà nei prossimi giorni nei confronti dell’autore di uno scherzo di “cattivo gusto” che da ieri circola sui social network, dove sono stati pubblicati un video e delle foto di un tronco d’albero in parte sepolto dalla sabbia che a prima vista poteva essere scambiato per uno scheletro umano. Le immagini, tra l’altro, erano accompagnate da commenti che lasciavano intendere che si trattasse proprio di ossa umane sull’arenile di Tre Fontane, suscitando grande clamore sul web. La Polizia municipale è intervenuta sul posto ed ha provveduto a identificare l’autore dello “scherzo”, che sarà segnalato all’autorità giudiziaria competente.

views:
692
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Un’altra denuncia partirà nei confronti dell’autore di uno scherzo di “cattivo gusto” che da ieri circola sui social network. La condanna di Castiglione e Tumminello
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive