Marsala, “Area Vasta della Sicilia Occidentale”: primo tavolo tecnico

Concrete le possibilità di realizzare la “bretella autostradale” che collegherà Mazara del Vallo allo scorrimento veloce Marsala-Trapani

Ciascun Ente ha manifestato le specificità degli ambiti di riferimento.

Trascorsa una settimana dalla firma del Protocollo d’Intesa dell’Area Vasta della Sicilia Occidentale, gli Enti sottoscrittori si sono nuovamente ritrovati a Marsala per la prima riunione del “Tavolo Tecnico”, organo previsto dal progetto. I lavori, aperti e coordinati dal sindaco Alberto Di Girolamo, sono poi proseguiti con gli interventi degli altri rappresentanti istituzionali e associativi, a cominciare dai dirigenti tecnici del Comune di Palermo (capofila) Mariella Amato e Mario Li Castri.

I Comuni di Erice e Castelvetrano, Airgest, Marina Militare e Amat, nel ribadire le finalità dell’Accordo, hanno manifestato le specificità degli ambiti di riferimento, quello che ciascuno ha in itinere e ciò che va pianificato in relazione agli obiettivi da raggiungere. Consenso anche sulla proposta del sindaco Di Girolamo, il quale ha ribadito “l’importanza di estendere il Protocollo d’Intesa anche alle Isole Egadi e ai comuni limitrofi dell’agrigentino”.

Al Tavolo Tecnico hanno pure partecipato la RFI (Rete ferroviaria italiana), l’Università di Palermo e l’Anas. Quest’ultima, in particolare, ha descritto i principali interventi in corso sulla A29, evidenziando altresì le concrete possibilità di realizzare la “bretella autostradale” che collegherà Mazara del Vallo allo Scorrimento veloce Marsala-Trapani. La prossima riunione del Tavolo tecnico è stata fissata per martedì prossimo, ultimo del mese, dove continuerà la discussione sul documento unitario con le principali iniziative da realizzare sull’Area Vasta.

 

Ecco il precedente articolo di Marsala Live, relativo ai contenuti del protocollo d’intesa

“Area Vasta della Sicilia Occidentale”: firmato il protocollo

A Marsala, raggiunta l’intesa per fare rete ed attingere ai finanziamenti comunitari

“Occorre fare rete, da soli non si va da nessuna parte. Mettersi assieme significa ottenere quello che ci spetta, e questa è l’occasione buona per creare sinergie nell’ambito di collegamenti e trasporti di persone e merci. Lo sviluppo della Sicilia Occidentale passa da Marsala”. Ha esordito così il sindaco Alberto Di Girolamo nel suo intervento di apertura dell’incontro che ha visto assieme, nel Convento del Carmine, due Ministeri (Ambiente/Territorio e Infrastrutture/Trasporti), otto Comuni (Palermo, Termini Imerese, Trapani, Marsala, Mazara del Vallo, Castelvetrano, Erice e Alcamo), l’ANCI, le due Società che gestiscono i vicini aeroporti (AIRGEST Trapani e GESAP Palermo), l’AMAT, l’Autorità Portuale e la Direzione Marittima di Palermo. Tutti sono coinvolti in un progetto di “Governance dell’Area Vasta” di questo versante occidentale siciliano. E ciascuno di loro, oggi, è giunto a Marsala per sottoscrivere il Protocollo d’Intesa per la promozione e lo sviluppo della mobilità sostenibile, delle infrastrutture, dei trasporti di persone e merci, anche allo scopo di valorizzare le attività culturali ed il turismo per favorire la crescita economica di questa Area Vasta. Dopo gli interventi di tutti i rappresentanti istituzionali, ha preso la parola il sindaco di Palermo Leoluca Orlando, qui anche nella veste di presidente dell’Anci Sicilia. “Marsala è la sede ideale per la sottoscrizione di questo Patto di Mobilità sostenibile perchè è l’unica città-territorio della Sicilia”, ha detto Orlando. Stiamo mettendo assieme quella Val di Mazara già intuita dagli Arabi, nella convinzione che in questo tavolo c’è collaborazione e ottimismo. La buona politica, ha concluso il presidente dell’Anci, è fare le riforme senza aspettare le riforme mantenendosi nel rispetto della legge”. Quest’ultimo passaggio, in particolare, è stato apprezzato dalla rappresentante del Ministero delle Infrastrutture, la dott.ssa Barbara Acreman, nel corso del suo intervento in cui ha sostenuto la concretezza dell’intesa raggiunta. Questa consentirà di utilizzare anche fondi della programmazione comunitaria 2014 – 2020, cui fa anche riferimento la corposa pianificazione territoriale svolta da Palermo e Termine Imerese, a cominciare dalla “Rete delle città innovative” promossa dal Ministero dei Trasporti. Dopo la firma del Protocollo d’Intesa, la prima riunione del Tavolo tecnico è stata fissata per il prossimo 24 maggio, sempre a Marsala.
Marsala, “Area Vasta della Sicilia Occidentale”: primo tavolo tecnico

views:
569
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Concrete le possibilità di realizzare la “bretella autostradale” che collegherà Mazara del Vallo allo scorrimento veloce Marsala-Trapani
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive