Marsala, Consiglio comunale: iniziata la discussione sulla delibera riguardante il Piano Rifiuti

Sono stati 34 gli emendamenti predisposti dai consiglieri. Presenti in aula il sindaco Di Girolamo, il suo vice Agostino Licari e gli assessori Angileri, Passalacqua e Ruggieri

Marsala – Il Consiglio Comunale di Marsala, nella seduta di ieri, ha cominciato a trattare la delibera all’ordine del giorno dei lavori riguardante il Piano di intervento per l’organizzazione del servizio di raccolta differenziata, spazzamento e trasporto dei rifiuti nel territorio comunale, predisposto dalla ditta Esper. Al rinvio, dopo i pareri di regolarità tecnica apposti in aula dal dirigente del Settore SPL, ingegnere Francesco Patti sugli emendamenti (in totale 34) presentati dai vari consiglieri, si è giunti, poco prima delle ore 23, per dare modo anche al dirigente del Settore Finanze dottor Nicola Fiocca di potere esprimere, per ognuno, il parere di regolarità contabile.

La seduta di ieri, caratterizzata da tutta una serie di interventi su certe criticità riguardanti il Piano emerse nei giorni scorsi anche nel corso della seduta aperta di Consiglio Comunale dedicata al Piano Rifiuti (con la presenza in aula anche del responsabile della Esper, dottor Attilio Tornavacca), ha visto relazionare all’inizio il vice sindaco Agostino Licari, il quale, nel fare un excursus di come si è giunti alla decisione di affidare all’Esper la predisposizione del Piano, ha sottolineato ancora una volta “come si tratta di un piano molto importante che impegna la Città e le casse del Comune per ben 7 anni e che prevede una sensibile riduzione dei costi rispetto a quelli attuali. Un Piano –ha ribadito Licari- che tutela, in base alla vigente normativa, i lavoratori in atto in servizio, e che è imperniato sulla premialità (sia per i cittadini che per i lavoratori più efficienti) e non sulla punibilità e che mira a rendere la città molto più pulita di quanto non sia oggi”.

Ai lavori hanno partecipato il sindaco Alberto Di Girolamo, gli assessori Rino Passalacqua, Anna Maria Angileri e Clara Ruggieri, nonché il dirigente Francesco Patti (che ha spiegato “come si è giunti all’affidamento fiduciario dell’incarico alla Esper”) ed il funzionario Giacomo Tumbarello. Subito dopo la relazione del vice sindaco Agostino Licari, sono intervenuti nella discussione il presidente Enzo Sturiano (“come mai la Ditta Esper si propone all’A.C. nel mese di Novembre, mentre era già stata contattata nel mese di Luglio?”) ed i consiglieri Arturo Galfano (“a mio parere un avviso pubblico andava fatto”) e Pino Milazzo (“voi sostenete di essere dei santarellini, ma non direi proprio… Avevate predisposto tutto senza coinvolgere nessuno e adesso chiedete la condivisione del Consiglio Comunale”).

Altri interventi quelli di Flavio Coppola (“siamo stati ingannati e non accetto che vengano lanciati messaggi di sospetti nei confronti di noi consiglieri ‘che vogliamo vederci chiaro’, mentre l’Amministrazione Di Girolamo aveva le idee chiare su come procedere…); Ginetta Ingrassia (“e’ un piano che ci impegna per tanti anni; presenta diverse incongruenze che vanno certamente aggiustate, a partire dai costi che ritengo eccessivi per la fornitura dei vari contenitori”); Antonio Vinci (“che ha auspicato, a nome del PD, che il Piano venga condiviso da tutte le forze politiche e non venga votato solo dalla maggioranza); Michele Gandolfo (“lo slogan elettorale del Sindaco era ‘più isole ecologiche, meno costi’, ma non è stato rispettato. Sono necessari più centri di raccolta e maggiori sgravi per chi conferisce nei centri di raccolta plastica, vetro, metalli e carta).

views:
493
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Sono stati 34 gli emendamenti predisposti dai consiglieri. Presenti in aula il sindaco Di Girolamo, il suo vice Agostino Licari e gli assessori Angileri, Passalacqua e Ruggieri
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive