Da oggi è possibile visitare il Museo Malacologico “Casa Museo Matteo Sercia”

Il Museo, infatti, raccoglie un patrimonio in parte ancora sconosciuto, di organismi di estrema bellezza e importanza ecologica e biologica

Favignana – Dalla giornata di domenica, su prenotazione telefonica, sarà possibile tornare a visitare a Favignana l’”Associazione No Profit Casa Museo Matteo Sercia”, fondata da Gabriele Sercia nel settembre 2010: un meraviglioso mondo marino nato dalla passione per il mare e la malacologia, ricco di bellezze ignote a molti che si accumulavano nei cassetti.

Il Museo, infatti, raccoglie un patrimonio in parte ancora sconosciuto, di organismi di estrema bellezza e importanza ecologica e biologica, che espone in tre sale, dove è possibile avere una panoramica sul mondo marino. All’interno vi si possono osservare esemplari di echinodermi, crostacei e pesci, tra cui “Arbacia lixula”, “Paracentrotus lividus”, “Rhinobatos rhinobatos”, “Spaerechinus granularis”, “Acanthaster planci”, “Palinurus elephas” e ancora “Calappa granulata”, “Dromia personata” e “Acanthaster planci”; poi conchiglie appartenenti a molluschi mediterranei ed esotici, tra cui “Rapana venosa”, “Xenophora crispa”, “Chlamys proteus”, “Trochus niloticus”, “Cassis cornuta”, “Mytilus galloprovincialis” e “Callista chione”, “Pecten jacobaeus”, “Trochus niloticus”, “Bulla ampulla”, “Tonna perdix”, “Tonna dolium”, “Pugilina morio”, “Conus gloriamaris” e “Lyncina aurantium”.

La visita al museo si chiude con un vetrina dove sono allocati diversi molluschi endemici della Sicilia ed esemplari di gasteropodi e bivalvi dulciacquicoli. Ulteriori notizie sulla Casa Museo si possono avere richiedendo la “Breve Guida alla Casa Museo Matteo Sercia”, scritta da Gabriele Sercia e Paolo Balistreri ed edita dalla Casa Editrice Danaus. La visita è gratuita e a fare da guida (a seconda della disponibilità) ci sono proprio il biologo marino Paolo Balistreri e lo stesso titolare della Casa Museo, Gabriele Sercia.

Nelle passate stagioni la Casa Museo ha ricevuto numerose visite da parte di turisti inglesi, spagnoli, francesi, tedeschi e di un gruppo programmato dell’Esperanto. La struttura negli anni si è avvalsa della collaborazione con l’AMP Egadi, garantita dalla presenza del collaboratore Paolo Balistreri. Il museo è stato, così, frequentato ed elogiato, in qualità di struttura privata aperta al pubblico con ingresso gratuito. La Casa Museo lo scorso anno ha ricevuto anche la visita di una giornalista brasiliana. Per prenotare la visita si può chiamare al 3897957662. La visita domenica 26 giugno è in programma alle ore 10.

views:
831
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Il Museo, infatti, raccoglie un patrimonio in parte ancora sconosciuto, di organismi di estrema bellezza e importanza ecologica e biologica
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive