Co-marketing: il Presidente della Camera Commercio Pino Pace garantisce fino a marzo 2017

di Rossana Titone - Il coordinamento del tavolo tecnico passa al presidente dell’Airgest Franco Giudice, su proposta del Presidente Pace

Il presidente dell’Airgest, Franco Giudice, dà rassicurazioni in tema Ryanair. Gli irlandesi non vogliono lasciare lo scalo trapanese e, anzi, lo vogliono potenziare con una flotta aerea più massiccia.

Dall’altro lato però chiedono certezze e solidità economica oltre a chiedere una maggiore continuità temporale passando da un contratto di 3 ad uno di 5 anni e soprattutto vorrebbero un unico interlocutore, non essendo totalmente soddisfatti degli accordi via via stipulati con i comuni della provincia ed individua anche questo soggetto interlocutore proprio nella società partecipata dell’Airgest, che ha saldato l’accordo di co marketing per un valore di 3 milioni e mezzo di euro.

Ad aprile 2017 scadrà il contratto con AMS e Airgest non avrà più la solidità economica per far fronte a una richiesta così forte, pertanto bisognerà, anche con una certa urgenza trovare il nuovo finanziatore.

Bisogna poi anche considerare che la Camera di Commercio, che ha sempre fatto da intermediario e che si è posta a tutela estrema del territorio garantendo la funzionalità dell’aeroporto, adesso può fare ben poco in virtù del decreto Renzi con il quale vengono tolti il 40% dei contributi alla stessa Camera di Commercio.

La deputazione nazionale della provincia è presente, con essa anche quella regionale e molti sindaci del trapanese. La situazione è preoccupante nella misura in cui Giudice afferma che i bilanci sono tutti in passivo e che ci sono i soldi solamente per pagare gli stipendi fino a novembre 2016, poi il 2017 sarà un anno, sempre secondo Giudice, di grave ristrettezza economica per la società.

La classe politica presente è all’unanimità convinta che bisogna accelerare i tempi per trovare una soluzione che non danneggi il territorio in alcun modo.

Certo vi è poi chi, come Pagoto, Sindaco di Favignana, si chiede come mai la compagnia irlandese occupa il 95% del volato e non si incrementi con ulteriori vettori.

C’è poi chi pensa, come il Sindaco di Marsala, che la parte va fatta anche dai privati che dal turismo ne traggono dei benefici. Ma sarebbe un po’ difficile giuridicamente disciplinare la solidità di imprese private che possono, durante il percorso, navigare in brutte acque o, addirittura, chiudere i battenti non garantendo più, quindi, il flusso economico.

Di avviso diverso è il senatore d’Alì che pensa ai privati come possibilità di privatizzare l’aeroporto in virtù anche di quelle che sono le normative europee che instradano verso quella unica rotta.

Non ci si dimentichi tuttavia che il 60% delle azioni è di proprietà della Regione Sicilia, solo l’1,65% della Camera di Commercio. Ed è proprio il senatore Tonino D’Alì che chiede la vendita di quelle azioni della Camera di Commercio prima della fusione con le altre città di Agrigento e di Caltanissetta, vendendole magari agli operatori del settore turistico trapanese.

Il tavolo tecnico di questa sera non porta quasi a nulla se non ad una grande verità ed ad una serena decisione. Da una parte la necessaria ed urgente ricapitalizzazione della società perché bisogna riportare il capitale sociale ai livelli che la legge indica per mantenere attivo lo scalo di Birgi.

Dall’altra parte il nuovo coordinamento del tavolo tecnico, che possa poi produrre l’accordo sperato, diretto dal presidente dell’Airgest, Franco Giudice.

Ma il nocciolo della questione sta tutto nella assunzione di responsabilità da parte della regione, che detiene il 60% delle azioni.

La Regione, infatti, con un atto di ordinaria amministrazione dovrebbe assumersi la responsabilità del futuro dello scalo, lo stesso dicasi per i parlamentari regionali che devono fare gli interessi del territorio. Da qui nasce la volontà di proporre il presidente Airgest come nuovo coordinatore.

Rossana Titone

views:
3393
ftf_open_type:
kia_subtitle:
di Rossana Titone - Il coordinamento del tavolo tecnico passa al presidente dell’Airgest Franco Giudice, su proposta del Presidente Pace
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive