Marsala, Calogero Ferreri: le dimissioni richieste e la sua replica

di Rossana Titone - Ferreri : "Io non sono assessore, se l'assessore non è in grado di assolvere al suo ruolo lasci perdere l'assessorato, non posso essere accusato di ciò che non è di mia stretta competenza"

Marsala – Le vicende, quasi tragicomiche, riguardanti la mancata programmazione estiva nella città di Marsala, sembra non lascino scampo a nessuno. Il sindaco Alberto Di Girolamo, e l’assessore al ramo Lucia Cerniglia, hanno continuamente ribadito che la mancata programmazione è frutto di una assenza di fondi, “non ci sono soldi”, e che pertanto non era possibile prendere degli impegni con artisti né locali né provenienti dal resto d’Italia.

Insorge, stamattina, la 2° commissione “Turismo, Sport, Politiche Culturali e Giovanili”, il cui presidente è Calogero Ferreri, chiedendo le dimissioni dello stesso. Le motivazioni delle dimissioni sembra stiano nel fatto che Ferreri non abbia partecipato alla seduta del 27 giungo scorso e che, addirittura, lo stesso non abbia previsto nessuna seduta per il mese di luglio.

Abbiamo ascoltato nell’immediato il Presidente della 2° commissione, Calogero Ferreri, il quale, molto pacatamente, ci dice che “proprio ieri, attraverso una pec, ha convocato la seduta prossima di commissione. Evidentemente – dice Ferreri – i colleghi consiglieri nemmeno aprono la posta elettronica certificata per tenersi aggiornati sui lavori. Riguardo la mia assenza del 27 giugno – continua Ferreri – avevo già comunicato la mia assenza per motivi personali. Non accetto la sfiducia per una questione di presenze/assenze, in considerazione del fatto che potrei io sfiduciare i colleghi che continuamente mancano alle commissioni, come Eleonora MIlazzo e Walter Alagna. Ci sono i registri delle presenze che possono testimoniare quanto da me adesso affermato”. Sembra che Calogero Ferreri, un semplice presidente di Commissione, sia il capro espiatorio di una serie di inerzie della Amministrazione Comunale.

A tal proposito ci tiene a sottolineare che lui stesso, qualche mese fa, aveva esortato la Cerniglia, assessore al ramo Turismo, per fare rete e organizzare una serie di riunioni volte alla programmazione estiva.

“Io non sono assessore – dice Ferreri – e se l’assessore non è in grado di assolvere al suo ruolo lasci perdere l’assessorato in questione, ma non posso essere accusato di ciò che non è di mia stretta competenza”.

I firmatari della richiesta di dimissioni, ad eccezione di 3 di minoranza, sono tutti di maggioranza. Ci si chiede, allora, su quale maggioranza consiliare si poggia l’Amministrazione Di Girolamo, perchè la frattura evidente, e assolutamente aperta, è proprio quella tra i consiglieri di maggioranza e l’Amministrazione Comunale.

Altro punto che la 2° commissione pare non avere gradito è la delibera con la quale l’Amministrazione si impegna in una compartecipazione di circa 7.600 € per la rassegna sinfonica, suddivisa in 4 date. Il consigliere Ferreri chiarisce anche questo e dice: “Non è un contributo ma una compartecipazione del Comune solo nel caso in cui l’orchestra sinfonica non riuscisse a coprire le spese con i regolari biglietti. Solo allora il Comune potrebbe compartecipare, semplicemente adesso c’è solo un impegno di spesa, null’altro”.

Rossana Titone

views:
8091
ftf_open_type:
kia_subtitle:
di Rossana Titone - Ferreri : "Io non sono assessore, se l'assessore non è in grado di assolvere al suo ruolo lasci perdere l'assessorato, non posso essere accusato di ciò che non è di mia stretta competenza"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive