Marsala vive… tra munnizza e topi

di Rossana Titone - "La città è invasa da sacchetti che, a loro volta, sono assaltati dai gatti per cui la spazzatura è tutta in giro"

Marsala si sveglia la mattina invasa dai rifiuti. Ieri in talune zone si conferiva la carta e l’organico, non sono state raccolte. La città a vocazione turistica riserva uno spettacolo non proprio degno né ai suoi cittadini né tantomeno ai turisti. Le strade sono sempre sporche, le basole del centro sono nere. Qualcosa non funziona e forse l’Aimeri dovrebbe davvero essere multata ogni giorno ovvero trascinata in tribunale per i danni che arreca in città non solo a livello di immagine ma a livello igienico-sanitario.

Uno spettacolo che davvero non è accettabile, gli unici a ringraziare sono i topi che crescono a dismisura e che si arrampicano oramai ovunque.

Sono tempi duri, tempi difficili per ogni cosa, si sa, ma quello su cui, certamente, non si può chiudere nemmeno mezzo occhio è proprio la raccolta della spazzatura che sta diventando un problema primario.

La città è invasa da sacchetti che, a loro volta, sono assaltati dai gatti per cui la spazzatura è tutta in giro.

E’ necessario un intervento capillare e decisivo perché è inconcepibile che si possa far passare questo biglietto da visita della città, che non ha nulla ma proprio nulla da invidiare alle ridenti località balneari di ogni dove, ma che in quanto a sporcizia potremmo anche vantarne un primato.

Le isole ecologiche sono delle discariche a cielo aperto che tra poco diverranno focolai di epidemie.
Impensabile che si possa continuare così a fronte di tasse sulla spazzatura esose che i cittadini sono chiamati a pagare.

Se al cittadino che conferisce in maniera errata viene presa una multa alla ditta che non raccoglie proprio la spazzatura quali provvedimenti vengono impartiti?

Si pensa al danno di immagine che la città subisce innanzi ai vari turisti europei che circolano per la città?

E’ ancora proponibile che la raccolta per le vie del centro venga effettuata nel pieno del pomeriggio innanzi ad attività piene di gente che mangia o consuma un aperitivo? Il rumore, il fetore, lo scarico ….ma questa è la bellezza che vogliamo offrire a chi pensa di visitare Marsala?

Degli inglesi, seduti comodamente in via Garibaldi, mentre consumavano il loro pasto frugale , nella loro lingua madre, si lamentavano proprio di questo e lo hanno fatto scocciati del disturbo che stavano subendo.

Sembrano dettagli, sembrano piccole cose ma che sono grandi e che rendono perfettamente l’idea di che tipo di città abbiamo e offriamo agli altri.

Chi può faccia,e in modo celere, perché nessuno possa andare via pensando che Marsala sia bella ma piena di rifiuti, indecorosa e irrispettosa della storia che la circonda, succulenta di bellezze naturalistiche e archeologiche ma bocciata in ecologia.

Rossana Titone

views:
2839
ftf_open_type:
kia_subtitle:
di Rossana Titone - "La città è invasa da sacchetti che, a loro volta, sono assaltati dai gatti per cui la spazzatura è tutta in giro"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive