Nino De Vita, il “Guerriero”, dimenticato dal Marsala 1912

Luigi Vinci: "L’attuale dirigenza è troppo presa dalla spartizione di quel potere che, parole a parte, nei fatti non vuole comunque mollare? Chissà…"

Marsala – “Apprendo con piacere che lo Sport Club Marsala 1912 si appresta ad onorare la figura del compianto Peppe Pellegrino, intitolandogli la 3° edizione di un Memorial calcistico.

Nel plaudire alla bella iniziativa volta a ricordare un amico, oltre che un grande cronista e tifoso del Marsala 1912, mi preme far rilevare la scarsa sensibilità dimostrata dall’attuale dirigenza azzurra nei confronti di un suo giovane tesserato prematuramente scomparso: Antonino De Vita, classe 1996.

“Nino” era un giovane di belle speranze, tesserato per lo Sport Club Marsala 1912, è tragicamente scomparso in un incidente stradale che ha commosso tantissime persone, anche ben oltre i confini del nostro territorio.

Così, mentre il Mazara Calcio e altre Società minori ne hanno onorato tempestivamente la memoria intitolandogli dei Memorial, la sua Società, lo Sport Club Marsala 1912, ad oggi ha disatteso e deluso le aspettative di quanti, elevando Nino De Vita a simbolo di quel Marsala battagliero che tutti vorremmo sempre vedere, avrebbero gradito che fosse ricordato nella maniera più giusta e logica.

Nino De Vita, il “Guerriero”, così era soprannominato per la sua caparbietà ed il suo attaccamento alla maglia, vive nei cuori dei tifosi del Marsala 1912, è invece stato totalmente dimenticato dalla dirigenza azzurra.

Perché? Il “Guerriero” paga così la sua “diserzione” alla maglia azzurra, presa solo per tutelare i suoi diritti, o l’attuale dirigenza è troppo presa dalla spartizione di quel potere che, parole a parte, nei fatti non vuole comunque mollare? Chissà…
Un dato è certo: ad oggi nulla è stato fatto per onorare la sua memoria e ciò non fa certamente onore a nessuno.

Mi auguro vivamente che questa mia pubblica esternazione possa far riflettere, seppur tardivamente, chi ha disatteso le aspettative di una tifoseria, di una città intera e della famiglia De Vita”.

Luigi Vinci

views:
4382
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Luigi Vinci: "L’attuale dirigenza è troppo presa dalla spartizione di quel potere che, parole a parte, nei fatti non vuole comunque mollare? Chissà…"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive