Marsala, sequestrati 500 kg di prodotti ittici: tonno rosso e pesce spada

Guardia Costiera - A partire dal 25 settembre le sanzioni saranno più amare e comporteranno, per le violazioni che riguardano tonno e pesce spada, pene pecuniarie pari al doppio di quelle attuali

Marsala – Durante la notte tra il 21 e il 22 agosto, la Guardia Costiera di Marsala, in coordinamento con la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Trapani, ha condotto un’operazione finalizzata alla repressione della pesca illegale di Stock ittici sottoposti a particolare tutela.

Nel dettaglio, le operazioni si sono concluse con il sequestro, presso il Molo Colombo del Porto di Marsala, di oltre 500 kg di prodotti ittici, tra cui 16 esemplari di tonno rosso e 2 esemplari di pesce spada. Al termine delle operazioni sono state contestate violazioni per un importo totale di 4.000 euro (che potrebbero arrivare a 12.000 euro nel caso in cui non fossero pagate entro i termini di legge). Si tratta probabilmente di una delle ultime applicazioni di sanzioni con tali importi. A partire infatti dal 25 settembre p.v., con l’entrata in vigore della Legge 28 luglio 2016, n. 154, le sanzioni saranno più amare e comporteranno, per le violazioni che riguardano tonno e pesce spada, pene pecuniarie pari al doppio di quelle attuali.

Tutto il quantitativo, dichiarato commestibile dal medico veterinario dell’ASP, è stato devoluto in beneficenza tramite il Banco Alimentare della Sicilia Occidentale ad alcune associazioni di volontariato locali.

90e31ec7-5aa8-422a-991e-1c92699cf1ff

21a933c0-52de-4c4c-9f9d-c9b8ce6294c3

views:
1436
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Guardia Costiera - A partire dal 25 settembre le sanzioni saranno più amare e comporteranno, per le violazioni che riguardano tonno e pesce spada, pene pecuniarie pari al doppio di quelle attuali
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive