“A Marsala un gattino batte un turista 1 a 0: salvare la vita non è un obbligo di legge…”

Gaspare Barraco: "Ci sono amministrazioni che considerano salvare le persone meritevole di evidenza. Altre che le snobbano. Vi sono salvati che ringraziano e salvati che snobbano..."

Marsala – La mia buona azione quotidiana: ho salvato da possibile annegamento un turista di Crotone il 5 agosto 2016 alle ore 14, era a 300 metri circa dalla battigia di fronte il lido Signorino. Alle grida di aiuto disperate sono andato con la mia canoa(kayak) a prenderlo. Era nel panico più totale, pallidissimo, con le braccia alzate e con i crampi. Mi ha detto che non riusciva a stare a galla.

Un mio coetaneo che pesca da sempre con la muta, mi ha detto che con i crampi muscolari si rischia di annegare se non hai le pinne: si bloccano gli arti inferiori e si resta rigidi, magari per il tempo di andare in panico. Per il mio amico se non intervenivo, al primo boccone d’acqua salata sarebbe annegato in un istante. Mi ha detto che trovare me che abbia deciso di salvarlo, per lui è da considerare un miracolato. Potevo evitare di rischiare qualcosa (molti nei salvataggi annegano) e far finta di non sentire le grida disperate di chi pensa di morire annegato.

Ero talmente distante dal sessantenne Crotonese, che potevo far finta di non sentire e non soccorrerlo. Il finale, invece è stato questo: ritorno in spiaggia di un impaurito- pallidissimo, ma vivo. Quando l’ho raggiunto con grandi pagaiate per circa 200 metri gli ho detto: “stai calmo, se mi butti in acqua moriamo tutti e due”. Gli ho detto di salire sulla canoa e tenersi forte, così ho iniziato a pagaiare con un notevole sforzo essendo in due, verso la riva.

Quando siamo arrivati a circa un metro d’acqua di profondità sono intervenuti tanti presenti. Adesso a mente fredda non comprendo come mai nessuno aveva sentito le grida disperate di aiuto e poi al ritorno con lui verso la riva, quando eravamo a circa un metro d’acqua si sono avvicinate tantissime persone che volevano aiutare.

Tanti altri del lido in piedi hanno assistito impietriti al triste-lieto evento. I bagnini delle torrette erano partiti di corsa dalle postazioni e avevano preso il pattino, ma ero di già arrivato in zona fuori pericolo. Credo che sarebbe stato tardivo il loro intervento, sono attimi. Un bagnino dopo avergli chiesto come stava lo ha rimproverato per essersi allontanato a 300 metri dalla battigia da solo. Quando siamo arrivati gli ho detto se era di Marsala, mi ha risposto di essere della Calabria, di Crotone. Non mi ha voluto dire come si chiamava.

Ogni giorno faccio in canoa da 3 a 5 km nello splendido mare di Marsala sud da sei anni. Ho detto a me stesso da sempre che se sarà necessario intervengo e interverrò, speriamo mai. Per un grazie del salvato ci sarà tempo. Non un ingrato ma uno scioccato che ha visto la morte con gli occhi.Per il mio amico, il miracolato mi dovrebbe rintracciare e ringraziare di avergli salvato la vita. A caldo era sconvolto, quindi direi giustificato non aver detto GRAZIE.

A freddo no. Può darsi che lo farà. Senza questo grazie mi sento lo stesso tranquillo. Questa è stata un’esperienza marinaresca utile per chi ama il mare e il prossimo. Il nostro mare di Marsala sud, ancora pulito e trasparente dovremmo gestirlo in giuste dosi e comportamenti, ma siamo tentati ad esagerare.

In data 12 agosto ho letto un articolo sulla Targa premio ai militari della Guardia Costiera di Marsala, per l’occasione sul palco in alta uniforme, che hanno salvato il gattino da annegamento in mare. A Marsala l’11 agosto 2016 hanno premiato con una Targa Personalizzata con il nome e la seguente dedica “ha dimostrato la sua grande professionalità, l’umanità e un grande cuore per aver salvato una piccola creatura indifesa”, al Complesso Monumentale di San Pietro, i tre militari della Guardia Costiera di Marsala.

Nella stessa giornata del 5 agosto 2016 nel mare di Marsala sono stati salvati sia il gattino che un uomo, un turista crotonese sessantenne,da annegamento. Come si apprende il gattino batte il turista 1 a 0. Il turista valeva meno del gattino? Per la prima volta un animale vale di più di un uomo.

Un primato a Marsala che ci invidieranno tutti! Da animalista convinto sono felice…

Ing. Gaspare Barraco

Nelle foto Gaspare Barraco in kayak a Marsala sud nel mare mosso e in un pomeriggio da sogno del 14 agosto 2016. “Una esperienza marinaresca utile per chi ama il mare e il prossimo”.

1200

views:
822
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Gaspare Barraco: "Ci sono amministrazioni che considerano salvare le persone meritevole di evidenza. Altre che le snobbano. Vi sono salvati che ringraziano e salvati che snobbano..."
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive