Marsala, questione San Teodoro. Nuccio: “Scortesia e maleducazione dei titolari”

"A breve il Tar si esprimerà (decidendo se confermare la revoca o meno), motivo per cui insieme ad alcuni colleghi è nostro intendimento mettere in votazione quello che di fatto è un atto politico"

Marsala – Gentile Direttore, invio (in basso, ndr) una mozione che mi vede quale primo firmatario, relativamente alla questione San Teodoro. La prego di voler dare diffusione.

“Da circa un anno seguo la vicenda, nella stagione estiva di fatto mi segnalano settimanalmente più casi di scortesia e maleducazione dei titolari, ragion per cui in tutto questo anno ed in funzione del ruolo che rivesto ho messo in campo, com’è noto, tutte quelle prerogative sul controllo che il ruolo stesso mi impone, nell’interesse dei cittadini che rappresento.

Ho pubblicato tempo fa le risultanze di un accesso agli atti relativamente alla convenzione “farlocca” stipulata dall’amministrazione che ci ha preceduti, pubblicato le perplessità sulla legittimità dell’atto da parte di dirigenti comunali e capitaneria di porto, in funzione del fatto che questa non era stata preceduta da delibera di giunta.

Chi ha seguito la vicenda sa che ad oggi i titolari dello stabilimento “Le due torri” operano in funzione di una sospensione del decreto di revoca a seguito dell’accoglimento da parte del TAR Sicilia del ricorso presentato dall’Amministratore della società “Laguna dello Stagnone s.a.s” sig.ra Nizza Ombretta.

A breve il TAR si esprimerà (decidendo se confermare la revoca o meno), motivo per cui insieme ai colleghi che hanno sottoscritto la mozione (Ferreri, Pino Milazzo, Cordaro e Licari) è nostro intendimento mettere in votazione in una delle prossime sedute consiliari quello che di fatto è un atto politico.

Un parere della rappresentanza eletta dalla cittadinanza che nel suo interesse si pone in netta opposizione relativamente al rinnovo della concessione in questione.

E’ una presa di posizione importante a mio avviso, frutto delle decine di segnalazioni pervenuteci, rilanciate dalla stampa in più occasioni e suffragate, per quanto riguarda la mancanza di autorizzazzioni amministrative nella passata stagione balneare, dalle contestazioni e sanzioni elevate dal comando della Polizia Municipale.

Successivamente mi adopererò per inviare la documentazione in mio possesso all’autorità giudiziaria. Grazie per l’attenzione.

Daniele Nuccio
Consigliere Comunale “Cambiamo Marsala”

Oggetto: Mozione di opposizione del Consiglio Comunale di Marsala in vista del pronunciamento del TAR Sicilia relativamente alla decadenza delle Concessioni Demaniali Marittime n. 281 e n. 282 del 2 agosto 2010 “Laguna dello Stagnone s.a.s”

All’attenzione del Presidente del Consiglio Comunale Vincenzo Sturiano

Visto il D.D.G n. 415 del 22 maggio 2015 con il quale l’Assessorato Regionale del Territorio e dell’Ambiente prende atto ed esegue quanto disposto in funzione dell’accoglimento del ricorso straordinario della Soc. Laguna dello Stagnone, conseguenza la sospensione dell’efficacia del D.D.G n. 565 del 22 luglio 2011.

Considerata la moltitudine di segnalazioni che negli ultimi anni ci sono pervenute direttamente o a mezzo stampa, relativamente alla discutibile condotta dei titolari della società in oggetto, che abitualmente si trovano nella condizione di mortificare malcapitati passanti o turisti che volevano fruire della battigia (o come in uno dei casi più recenti accompagnare una bambina da poco dimessa da un ospedale nel quale era stata operata).

Considerate altresì le risultanze di accessi agli atti che alleghiamo, relativamente ad una convenzione stipulata fra il Comune di Marsala (rappresentato dall’On. Giulia Adamo), l’Assessorato Regionale Territorio ed Ambiente – Servizio 5° Demanio Marittimo (rappresentato dal Dott. Salvatore Di Martino), l’amministratore della “Società Laguna dello Stagnone s.a.s.” sig.ra Nizza Ombretta, il 10 luglio 2014 e delle perplessità espresse in note ufficiali dal Segretario Generale del Comune di Marsala relativamente alla legittimità di detta convenzione, nonché delle perplessità della Capitaneria di Porto, così come del Dirigente del settore Grandi Opere Ing. Gianfranco D’Orazio.

Pur riconoscendo che non rientra nelle competenze dei sottoscrittori di questa mozione l’esprimere pareri di merito, si invita la sezione competente del TAR Sicilia a prendere in considerazione prima di pronunciarsi sul caso, la ferma posizione del Consiglio Comunale nel consigliare la revoca della concessione demaniale in oggetto, alla luce di quanto constatato negli ultimi anni, nonché dei comportamenti sopra descritti, così come delle più volte appurate manchevolezze relativamente alle autorizzazioni comunali, sanzionate in più occasioni dal Comando della Polizia Municipale.

I Consiglieri Comunali:
Daniele Nuccio

views:
4951
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"A breve il Tar si esprimerà (decidendo se confermare la revoca o meno), motivo per cui insieme ad alcuni colleghi è nostro intendimento mettere in votazione quello che di fatto è un atto politico"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive