Marsala, “Il resoconto di un evento estivo diventa una proposta progettuale per l’Amministrazione”

"Due Associazioni, Ast-Marsala e Pro Birgi, si sono confrontate alla presenza del sindaco e dell'Assessore all’Urbanistica in un caldo pomeriggio di luglio..."

Marsala – Due Associazioni, Ast-Marsala e Pro Birgi, la prima in rappresentanza delle strutture turistiche, la seconda in rappresentanza dei cittadini, si sono confrontate alla presenza del’A.C. (Sindaco ed Assessore all’Urbanistica) in un caldo pomeriggio di luglio presso il B&B “Laguna dei Fenici” di Alfredo D’Aguanno. A noi organizzatori è rimasto il compito di trasformare in progetto quanto emerso in quella riunione. E’ un progetto (preliminare) compilato sulle esigenze dei cittadini e delle strutture turistiche.

Il progetto porta in calce la firma di tanti cittadini presenti o che hanno condiviso le proposte progettuali; è stato consegnato nelle mani del Sindaco la settimana scorsa ed ora dovrà essere assegnato agli uffici competenti per farlo diventare esecutivo, inserirlo nel Piano triennale delle OO.PP. Noi lo seguiremo passo passo perché già si intravedono possibilità di finanziamento con i fondi a disposizione del Gal Elimos.

Il progetto può essere così riassunto:

• Sistemazione del manto stradale in più punti dissestato

• Rifacimento dell’intera carreggiata nella zona vicina al B&B Laguna dei Fenici, ormai franata per un tratto di 400m (questo intervento economicamente molto impegnativo può essere momentaneamente tralasciato per metterlo in cantiere in un altro esercizio)

• Regolamentazione del traffico sulla litoranea istituendo un solo senso di marcia e lasciando una fascia di 2.00-2.50 m. della carreggiata a disposizione di pedoni e ciclisti.

• Completare l’illuminazione nella parte mancante (2000 metri) in modo che i pedoni e ciclisti possano transitare in completa sicurezza.

• Tagliare le canne e le erbacce lato mare in modo che la laguna ed il tramonto possa essere visto nella sua interezza; pulizia generale della zona lato mare per ovviare al degrado causato da cittadini e turisti poco rispettosi dei luoghi (N.B. Nessun turista nel suo paese di origine si azzarderebbe ad abbandonare rifiuti per strada!)

• Il divieto di superare i 30 Km/h deve essere integrato con altri pittogrammi tipo ciclisti e pedoni sulla carreggiata, ecc. I divieti devono essere fatti rispettare dagli organi di vigilanza, in qualsiasi modo (controlli, videocamere, ecc.).

• Il senso unico ed il limite di 15 Km/h deve essere istituito lungo la Via Sances (strada strettissima e percorsa da mezzi di grossa cilindrata e SUV) fino alla via Donna Michela.

• Il Piano Passalacqua, tutta area comune, è stato tacitamente invaso dai proprietari prospicienti, con manufatti che ostacolano la circolazione e la sosta di autoveicoli, quando sarebbe più utile ed opportuno trovare altri spazi per migliorare la vivibilità della zona.

• La strada che dalla chiesa di Birgi arriva alla zona del Kitesurf (Via Donna Michela) deve essere sistemata in modo definitivo per assicurare il doppio senso di circolazione e la naturale via di fuga in caso di emergenza.

Le tavole allegate al progetto illustrano visivamente quanto sopra descritto.

Nelle foto: il frontespizio ed una sezione della carreggiata.

Gaspare Giacalone e Franco Gambino

Ast-Marsala e Pro Birgi Ast-Marsala e Pro Birgi 2

views:
841
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Due Associazioni, Ast-Marsala e Pro Birgi, si sono confrontate alla presenza del sindaco e dell'Assessore all’Urbanistica in un caldo pomeriggio di luglio..."
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive