Marsala, Consiglio comunale: stato di crisi delle aziende vitivinicole e altre interrogazioni

Seduta aperta da Giovanni Sinacori che ha chiesto di valutare l'opportunità di tenere a Marsala la prima Conferenza provinciale sull'agricoltura e vitivinicoltura in particolare

Marsala – Martedì, la prima delle due sedute del Consiglio Comunale, è stata interamente dedicata alle interrogazioni, cui hanno risposto il sindaco Alberto Di Girolamo, nonchè gli assessori Agostino Licari, Clara Ruggieri e Salvatore Accardi. La seduta, presieduta da Enzo Sturiano, è stata aperta da una comunicazione del consigliere Giovanni Sinacori che – fatta una disamina dello stato di crisi in cui versano le aziende vitivinicole – ha chiesto di valutare l’opportunità di tenere a Marsala la prima Conferenza provinciale sull’agricoltura e vitivinicoltura in particolare, al fine di fare sentire il sostegno delle Istituzioni per un comparto così delicato per migliaia di famiglie e per l’economia locale. Su quanto rappresentato da Sinacori, il sindaco Di Girolamo ha espresso la sua condivisione, dando la propria disponibilità a coinvolgere nell’iniziativa l’assessore regionale Cracolici.

Riguardo le interrogazioni, la prima a prendere la parola è stata il consigliere Giusy Piccione che ha richiamato l’attenzione su scuole comunali e lavori dell’acquedotto. Sul primo punto, il sindaco ha risposto che i tecnici prestano la massima attenzione alla sicurezza degli edifici scolastici, la manutenzione è iniziata da tempo e proseguirà ancora intervenendo laddove necessario. Sull’erogazione idrica, l’assessore Accardi ha sottolineato che l’interruzione è stata opportunamente programmata dagli Uffici per giovedì e venerdì prossimi, informando la cittadinanza e allertando il servizio autobotti. Diverse le interrogazioni di Michele Gandolfo: situazione acque Stagnone, casette pescatori di Sappusi, degrado spiaggia Salinella, il ritardo sul Piano regolatore, proroga contratto Aimeri, infiltrazioni acqua Palestra Bellina, Palazzo dello Sport, staff comunale per richiedere finanziamenti europei.

Il sindaco ha così risposto: problemi noti quelli dello Stagnone, la cui soluzione necessita di risorse che potrebbero essere reperite tramite la progettualità di “Area Vasta”, coinvolgendo in un tavolo tecnico ex Provincia e Regione; per la sistemazione delle casette di Sappusi si sta predisponendo il bando per l’assegnazione; la spiaggia di Salinella ha costante attenzione, pur comportando enormi sforzi per tenerla pulita; il Piano Regolatore sarà portato in Aula a breve, tenuto conto che si attende il decreto con il quale la Regione ha approvato il Piano Paesaggistico di Marsala; la proroga del contratto Aimeri è stata una necessaria conseguenza, discussa in sede SRR, del cambio di indirizzo della Regione riguardo alla gara per un nuovo appalto; le risorse destinate al Fortunato Bellina sono state impiegate per sostituire il telo-vasca della Piscina, ma saranno nuovamente reperite perchè gli interventi sono ora urgenti; il Palazzetto dello Sport è in fase di ultimazione all’interno, poi si passerà ai prospetti; la richiesta di finanziamenti europei, procedura non semplice, avverrà tramite “Area Vasta”.

Il vice presidente del Consiglio comunale Arturo Galfano ha richiamato l’attenzione del sindaco sull’emergenza ordine pubblico nella zona di Salinella. Al riguardo, il sindaco ha riferito di avere incontrato – oltre ai responsabili della PM – anche le Forze di Polizia che, seppur con carenza di personale, fanno il massimo per il controllo del vasto territorio marsalese. Ha altresì riferito di avere ripristinato dieci telecamere di videosorveglianza, servizio interrotto da anni; e che, sempre in tema di sicurezza, ha comunicato gli interventi effettuati in questi giorni ad Amabilina.

Il consigliere Aldo Rodriquez ha interrogato l’Amministrazione su: agibilità delle scuole comunali, chiedendo le dimissioni dell’assessore Annamaria Angileri per le sue dichiarazioni in merito; pozzi comunali, analisi delle acque e sondaggi falda acquifera; Patto per la Sicilia, stigmatizzando i ringraziamenti del sindaco agli Organi regionali. Le risposte del sindaco: l’assessore Angileri non è un tecnico e magari ha usato termini non appropriati per dire, comunque – come ha pure confermato, intervenendo, lo stesso assessore Accardi – che le nostre scuole sono sicure e con strutture che continuano ad essere monitorate; l’acqua pubblica è costantemente analizzata con severi controlli e non è inquinata; sul Patto per la Sicilia ho ritenuto opportuno ringraziare i rappresentanti Istituzioni perchè quelle risorse del 2012 non c’erano più e sono state rimesse grazie a quell’Accordo che, tra l’altro, porta la novità di 1,5 milioni di euro per Palazzo Grignani (visitato dal governatore Crocetta ad aprile scorso) e 3 milioni di euro per il Museo degli Arazzi che avrà la nuova sede nella Chiesa del Collegio.

Nel prendere la parola Luigia Ingrassia, nella qualità di presidente della 2^ Commissione consiliare ha sottolineato che dalla visita fatta nelle scuole non si evince che tutto sia in ordine, mancando altresì le strutture di documentazioni e certificazioni. Riguardo al PalaBellina, occorre porre rimedio ad una situazione incresciosa e pregiudizievole per le gare in corso, anche qui contrariamente alle rassicurazioni dell’Amministrazione. Rispondendo alle affermazioni di Ingrassia, il sindaco Di Girolamo ha sottolineato che nessuno ha dichiarato che sul fronte scuola tutto sia perfetto; mentre per il PalaBellina ha ribadito quanto sopra (interr. Gandolfo).

Le interrogazioni di Giuseppe Milazzo hanno riguardato: impianti di ulluminazione, per segnalazione guasti e verifica note di servizio che vengono trasmesse alle imprese che eseguono i lavori; il ritardo sul Piano Regolatore; il ritorno dell’Anagrafe decentrata a Paolini; situazione acquedotto Montescuro; proroga contratto Aimeri. Queste le risposte del sindaco: riguardo all’illuminazione, i guasti possono essere segnalati all’URP e chiederà al dirigente sulle note; sul Piano Regolatore ribadisce quanto sopra (interr. Gandolfo); nessun problema per il trasferimento uffici anagrafici; per Montescuro occorre sbloccare gli interventi per la condotta e poi iniziare i lavori, si spera entro il 2017; sulla proroga Aimeri ribadisce quanto già detto (interr. Gandolfo).

Il consigliere Giovanni Sinacori, nel ribadire l’urgenza dei lavori al PalaBellina, ha pure sottolineato la disponibilità della dirigenza sportiva ad intervenire; che occorre riprendere il buon lavoro fatto per i prodotti a Denominazione Comunale (De.Co.) e promuoverli; chiede la situazione verde pubblico. Sul primo punto il sindaco ha affermato di non essere al corrente di questa disponibilità; condivide il ragionamento sulle De.Co.; sul verde pubblico è stato fatto tanto lavoro, con operatori impegnati fino ai recenti interventi ad Amabilina.

Rosanna Genna ha rivolto queste interrogazioni: affidamento Villa Genna, censimento beni immobili e assegnazione, box antico mercato, PalaBellina, nuovi bus, situazione Casa di Riposo e Istituto Rubino, contributo per manifestazione Capodanno d’Estate, a che titolo la Proloco al Monumento ai Mille. Le risposte dell’Amministrazione: sulla situazione Villa Genna chiederà relazione al dirigente; il censimento dei beni immobili è stato effettuato, approvata la graduatoria degli aventi diritto, all’assegnazione si procederà a breve; sul PalaBellina già detto; i nuovi bus sono a norma, come garantito dai tecnici; su Istituti, l’assessore Ruggieri ha affermato che si stanno rivedendo contenziosi e programmati incontri in Regione per entrambe le situazioni.

L’intervento del consigliere Antonio Vinci ha avuto la caratteristica di una riflessione ad alta voce su Patto per la Sicilia, Edilizia scolastica, Trasporti e SMA chiedendo, su quest’ultimo punto, che l’Amministrazione faccia chiarezza su contratti e qualifiche. Nel prendere la parola Angelo Di Girolamo, questi ha parlato di agibilità delle scuole comunali chiedendo – sul punto – le dimissioni dell’assessore Annamaria Angileri. Lo stesso consigliere ha pure argomentato su proroga contratto Aimeri e settore Agricoltura.

Il sindaco, dopo alcune considerazioni su quanto affermato da Vinci, ha ancora ribadito che l’assessore non è un tecnico e che un uso non appropriato di termini specifici è comprensibile. Ha pure aggiunto che un errore lessicale non giustifica la richiesta di dimissioni – sia dalla maggioranza che dall’opposizione – perchè, oltretutto, ripone fiducia nell’assessore Angileri così come sugli altri componenti della Giunta. I lavori in Aula – dopo l’intervento del consigliere Flavio Coppola, che proseguirà le interrogazioni domani – si sono chiusi alle 21 circa.

views:
339
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Seduta aperta da Giovanni Sinacori che ha chiesto di valutare l'opportunità di tenere a Marsala la prima Conferenza provinciale sull'agricoltura e vitivinicoltura in particolare
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive