Referendum costituzionale del 4 dicembre: voto elettori all’estero

Per corrispondenza possono pure votare coloro che si trovano temporaneamente all'estero

Marsala – I cittadini italiani stabilmente residenti all’estero, iscritti all’A.I.R.E. (anagrafe residenti all’estero) votano per corrispondenza nella circoscrizione Estero e, pertanto, i loro nominativi, vengono automaticamente inseriti nei relativi elenchi. Gli stessi, però, hanno facoltà di votare in Italia, previa tempestiva opzione da esercitare entro il prossimo 8 ottobre. Occorre compilare l’apposito modulo da inviare – con qualunque mezzo – all’ufficio consolare operante nella propria circoscrizione, allegando un documento di riconoscimento.

Per corrispondenza possono pure votare coloro che si trovano temporaneamente all’estero, per un periodo di almeno 3 mesi nel quale ricade la data di svolgimento del suddetto referendum. In particolare, la legge prevede che i cittadini italiani all’estero per motivi di lavoro/studio/cure mediche, gli appartenenti alle Forze armate/Polizia all’estero per missioni internazionali, nonchè i relativi familiari conviventi devono esprimere questa opzione entro il prossimo 8 ottobre.

Per garantire l’esercizio del diritto di voto ai ritardatari, un’apposita Circolare prevede che i Comuni considerino valide anche le opzioni che perverranno entro il prossimo 2 novembre (ore 10). Le domande redatte secondo l’apposito modello (online sul sito web istituzionale), possono essere pervenire al Comune di residenza anche tramite mail, al seguente indirizzo: elettorale@comune.marsala.tp.it

views:
200
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Per corrispondenza possono pure votare coloro che si trovano temporaneamente all'estero
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive