“Marsala, da città del vino al festival della birra, in piena vendemmia…”

Gaspare Barraco: "Con l’eroe Garibaldi utilizzato come immagine per promuovere la birra..."

Marsala – Giuseppe Garibaldi a Marsala nel 2016, dopo 156 anni dallo Sbarco a Marsala dell’11 maggio 1860, per la cacciata degli invasori dall’Italia dei borbonici, riuscì a fare l’Italia, ma non è riuscito a fare gli Italiani. A Marsala: Garibaldi “pirata assassino” nell’unica statua di Porta Nuova; Garibaldi assente nel “monumento” ai Mille (1008); Garibaldi che sponsorizza la birra, al festival della birra (30-1-2 ottobre 2016).

Nella storia invece Garibaldi ha accettato la dedica di una bottiglia di vino Marsala. Dal libro “Vino un dono di civiltà” scritto da Carlo G.Valli a pag. 281 risulta:” Garibaldi, il vittorioso generale si sentì in dovere di sdebitarsi per gli aiuti ricevuti e accettò di divenire un importante “testimonial” del Marsala. Gli dedicarono, lui quasi astemio, perfino un vino, una varietà di tipo dolce detto Marsala delle dame, che da allora porta il marchio D.G., che sta per Dolce Garibaldi”.

Alessandro Dumas ha affermato che fu con un Marsala che l’eroe dei due mondi brindò a Palermo con i suoi Garibaldini nel giorno della vittoria. Marsala, da città di “asineddi” secondo i trapanesi che vengono a sua volta chiamati “fangari”, certo che è strana. In piena vendemmia dopo aver fatto la sagra della mostarda a Bambina cosa si fa? Il festival della birra. In foto l’A.c. di Marsala prima con la mostarda, poi con i bicchieri di birra, in un periodo vendemmiale.

Enzo Amato, collaborato da Peppe Maggio, Maria Vita Maggio e Alessandro Gagliano, ha diffuso su Youtube una canzone/parodia sarcastica sulla vendemmia e sul disastro economico di chi si occupa di vigneti, senza avere uno stabilimento, cantando: “Facendo i conti non guadagno nulla, mi tocca andare a chiedere l’elemosina”.

Il presidente della Pro Loco di Marsala con l’aiuto e/o compartecipazione del comune di Marsala cosa decidono di promuovere nel periodo della vendemmia? La festa della birra. Per molti agricoltori è stata una provocazione che li ha fatti un po’ inc.re. Di già inc.ti per avere l’uva senza valore economico e il vino con grande valore economico dicono: “Tutti fanno soldi con il vino, ad eccezione dei produttori di uva”.

Per promuovere la birra bastava scegliere un’altra data, non il periodo della vendemmia. Antonio Di Pietro avrebbe detto: “che c.azzecca Garibaldi bevitore di birra? Era quasi astemio”. Garibaldi è stato il liberatore dei popoli e il simbolo dei Partigiani della Brigata Garibaldi nella Guerra di Liberazione (non guerra civile) a cui ha aderito e lottato il Marsalese Cav. Francesco Barraco, scomparso purtroppo l’8 giugno 2016. Garibaldi è’ un simbolo positivo da venerare, non da ridicolizzare.

Per osservare (da iscritto all’Ordine dei Giornalisti), per elogiare o criticare partecipo a tutte le manifestazioni di Marsala. Sabato sera sono andato al festival della birra di Marsala. Eravamo un centinaio davanti il portone di Palazzo Grignani. Si entrava in 10 alla volta. Dopo circa un’ora io e mia moglie Emma siamo entrati. Nell’atrio parzialmente agibile di circa 140 metri vi era una bolgia di persone con i bicchieri di birra in mano. Si pagavano 10 euro per 3 bicchieri di birra. Non è stato gentile fare alzare la moglie di un mio amico incinta di sei mesi, credo. Il mio amico con la moglie incinta era seduto a consumare qualcosa. Dopo un pò è arrivato il proprietario e gli ha detto di lasciare libere le sedie e il tavolinetto perché doveva lavorare, il tempo era scaduto.

Prima di uscire abbiamo assistito ad uno show con 5 persone con la barba. Al centro vi era una sedia da barbiere. Su quella sedia si sono seduti uno alla volta i cinque e tre giurati hanno votato per scegliere la barba più bella, con un “notaio” che registrava i voti e con un presentatore. Il candidato veniva invitato a sedersi sulla sedia che veniva fatta girare, mentre si facevano “grandi” domande sulla sua barba. Sembrava una persona messa alla “gogna”, ahahah. Alla fine è arrivato il vincitore.

Siamo andati via prima dell’esibizione della ragazza con i palloncini colorati, che ho visto dietro un cartellone, che a quanto pare era per lo show burlesque, di cui non posso dare giudizi di paragone con gli spettacoli di burlesque francesi. Dopo le foto con i boccali di birra con alcuni dei nostri rappresentanti comunali per questo primo festival della birra, nella città simbolo del vino, viene in mente la canzone di Pino Daniele, Napuli è… a cui potrebbe seguire la canzone: Marsala è…

Ing. Gaspare Barraco

gaspare-barraco-marsala

marsala-garibaldi-festa-della-birra-pirata-assassino

views:
2533
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Gaspare Barraco: "Con l’eroe Garibaldi utilizzato come immagine per promuovere la birra..."
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive