Marsala, crollo del muro che lasciò paralizzato un 53enne: due i condannati

Vincenzo Pipitone riuscì a sopravvivere ma è rimasto sulla sedia a rotelle. Condannati Marcello Lombardo e Giuseppe Maurizio Angileri

Marsala – Sono stati condannati ad 1 anno e mezzo di reclusione ciascuno i due imputati del processo avviato a seguito del crollo addosso a uno scooterista in transito di una parte del muro di cinta dello stabilimento vinicolo Florio e dell’impalcatura metallica montata all’esterno. Sotto le macerie, il 15 luglio del 2010, rimase l’allora 53enne Vincenzo Pipitone, insegnante all’Istituto Tecnico Commerciale “Garibaldi” di Marsala. La pena è sospesa a condizione che venga pagato il risarcimento danni che verrà quantificato in sede civile.

Il Pipitone riuscì a sopravvivere, ma è rimasto sulla sedia a rotelle. Gli imputati adesso condannati per disastro colposo e lesioni personali gravissime e permanenti sono Giuseppe Maurizio Angileri (40enne), dipendente della “Duca di Salaparuta”, coordinatore della sicurezza e Marcello Lombardo (32enne), responsabile del cantiere per l’impresa “Gam Costruzioni”.

views:
3701
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Vincenzo Pipitone riuscì a sopravvivere ma è rimasto sulla sedia a rotelle. Condannati Marcello Lombardo e Giuseppe Maurizio Angileri
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive