Università, striscione “Contro la guerra”: esposto alla facoltà di Lettere e Filosofia

"Gli studenti vogliono dire no all'oppressione dei popoli, no alla Sicilia come base militare, no al governo Renzi e a tutte quelle riforme che ledono il territorio. Sì alla vera informazione"

Palermo – Stamattina un gruppo di studenti del Collettivo universitario autonomo ha esposto a Palermo uno striscione di 10 metri lungo la facciata dell’ex facoltà di Lettere e Filosofia (edificio 12), in viale delle Scienze, sul quale si legge a grandi lettere “Studenti contro la guerra”. L’azione simbolica vuole porre l’attenzione sul conflitto in Libia e le sue ripercussioni in Sicilia.

“Gli studenti – si legge in una nota del Collettivo – vogliono dire no all’oppressione dei popoli, no alla Sicilia come base militare, no al governo Renzi e a tutte quelle riforme che ledono il territorio; sì alla vera informazione”.

Nel pomeriggio è fissato un incontro intitolato: “Rullano i tamburi di guerra nel Mediterraneo mentre la propaganda culla i cervelli”, che si terrà alla facoltà di Lettere e filosofia. A seguire concerti dal vivo di Matilde Politi, Angelo Daddelli & i Picciotti e la Piccola Orchestra Malarazza, e mostra fotografica a cura di Francesco Bellina.

views:
312
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Gli studenti vogliono dire no all'oppressione dei popoli, no alla Sicilia come base militare, no al governo Renzi e a tutte quelle riforme che ledono il territorio. Sì alla vera informazione"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive