È morto Dario Fo: il giullare sommo “Mistero Buffo” il suo capolavoro

Aveva 90 anni. Vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1997. Il sodalizio di vita e arte con Franca Rame

Ha lavorato e dipinto fino all’ultimo. Se n’è andato. L’attore sommo e il sommo drammaturgo. Il regista, lo scenografo, l’impresario. Lo scrittore e il pittore. L’uomo di sinistra fuori dal coro, il militante senza bandiere. Vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1997. Il giullare che si fa beffe del potere, il Nobel che fa infuriare gli intellettuali scornati. Dario Fo.

Morto a 90 anni e sette mesi per problemi polmonari. Era ricoverato da 12 giorni all’ospedale “Sacco” di Milano. Un’esistenza lunga e fortunata. “Esageratamente fortunata”, ripeteva lui che a differenza di quelli mai contenti sapeva dire grazie alla sorte. Quando mai il figlio di un capostazione, nato il 24 marzo del 1926 in un paesino del Lago Maggiore, poteva sognare quel destino buffo che le stelle avevano in serbo per lui?

Con la moglie Franca Rame, scomparsa nel 2013, fu tra gli esponenti del Soccorso Rosso Militante. Pochi giorni fa aveva fatto nella sua casa milanese una conferenza stampa per il suo nuovo libro “Darwin”.

views:
276
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Aveva 90 anni. Vincitore del premio Nobel per la letteratura nel 1997. Il sodalizio di vita e arte con Franca Rame
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive