“Gli scrutatori vengano sorteggiati, la necessità di frenare il clientelismo”

"Cambiamo Marsala si oppone con decisione alla possibilità di favorire clientele. No alla nomina diretta da parte dei consiglieri comunali"

Marsala – In relazione all’individuazione degli scrutatori per il prossimo referendum il movimento “Cambiamo Marsala” pone all’attenzione dell’opinione pubblica la necessità di utilizzare lo stesso metodo attuato dalla commissione elettorale in occasione dell’ultimo referendum: il sorteggio.

Tuttavia sembra che oggi sia in discussione la possibilità di tornare alle vecchie usanze che prevedevano la nomina diretta da parte dei consiglieri comunali, una pratica volta di fatto a favorire il proprio pacchetto elettorale in una logica di stampo clientelare.

Considerato questo confidiamo che si possa definire con chiarezza il metodo del sorteggio ed in maniera definitiva, cosi come proposto in un o.d.g. del luglio 2015 dai consiglieri Daniele Nuccio, Linda Licari e Michele Gandolfo. Cambiamo Marsala si oppone con decisione alla possibilità di favorire clientele, invitando la commissione a confermare quanto già determinato in precedenza.

Nella ripartizione dei nominativi e delle “quote” il gruppo non è interessato ad alcuna rappresentanza e si farà promotore di un’azione politica in seno al Consiglio comunale convinto che la proposta in oggetto troverà accoglienza anche in altri gruppi consiliari.

Daniele Nuccio e Linda Licari (Gruppo consiliare “Cambiamo Marsala”)
Fabio Genna (Presidente “Cambiamo Marsala”)

views:
485
ftf_open_type:
kia_subtitle:
"Cambiamo Marsala si oppone con decisione alla possibilità di favorire clientele. No alla nomina diretta da parte dei consiglieri comunali"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive