“America e criminalità organizzata nel film di Pif. Storia vera?”

Gaspare Barraco a Erice per la presentazione del film "In guerra per amore" con Pif. "Un suggerimento per il suo prossimo film, sui Partigiani"

Un pomeriggio e una serata con Pif a Erice per la presentazione del film “In guerra per amore”. Prima abbiamo intervistato Pif nella conferenza stampa in Municipio, poi la visione del film e infine brindisi e dolcini ericini. Alle ore 16 siamo stati nella Sala del consiglio comunale di Erice, per la conferenza stampa, con Pif (Pierfrancesco Diliberto).

Nella sala vi era il sindaco Giacomo Tranchida, a fare gli onori di casa, noi giornalisti, fotografi e alcuni/e attori-comparse del film. Nella conferenza stampa a Erice di Pif, ho “rotto il ghiaccio”. Dopo aver parlato delle scarse retribuzioni dei giornalisti, gli ho posto delle domande e fatto delle considerazioni e un suggerimento per il suo prossimo film sui Partigiani, da conoscitore del tema, per aver saputo la vera storia da mio padre Francesco Barraco, Partigiano combattente della Brigata Garibaldi.

Gli ho detto che la Guerra Partigiana fu solo al centro-nord e non in Sicilia. Infatti lo sbarco in Sicilia avvenne il 10 luglio 1043, invece la Resistenza iniziò dopo l’armistizio dell’8 settembre 1943. Infatti il CLN (Comitato di Liberazione Nazionale) fu fondato a Roma il 9.9.1943.

Ho aperto la conferenza stampa chiedendo a Pif se facendo questo film sono riusciti a capire perché gli Americani hanno chiesto aiuto alla criminalità organizzata per organizzare lo Sbarco in Sicilia. Pif in una lunga risposta mi ha detto che “hanno studiato tanto su diversi libri prima di fare questo film, ma su questo argomento non ha trovato una risposta certa”. “Di sicuro -ha detto – hanno chiesto aiuto ai mafiosi”. Sul film sui Partigiani, vuole fare un film sui Partigiani della Guerra di Liberazione e sui successivi Partigiani che hanno combattuto sempre per la LIBERTA’.

Infine ho chiesto di farci sapere degli aneddoti nel film con la nostra (siciliana) Miriam Leone. Ha chiarito che la scena del bacio con Miriam è stata tagliata e pertanto non compare nel film. Da Miriam sono creditore di un caffè, che mi promise quattro anni addietro quando intervenni in diretta telefonica a Unomattina in famiglia nella rubrica Pronto soccorso linguistico per porre un quesito al professore Francesco Sabatini, presidente onorario della Crusca.

Tra parentesi la mia telefonata in diretta a Raiuno l’ho fatta nel 2012-2013-2014 e nel 2015. In quella rubrica c’era Tiberio Timperi e Miriam Leone. In quella telefonata dissi: mai voto fu più giusto quello mio in occasione di Miss Italia. Lei euforica mi disse: «Ti debbo un caffè».

Dopo la conferenza stampa vi è stato il bagno di folla, con tanti selfie, nella piazza della Loggia di fronte il Municipio. Infine siamo stati invitati alla prima regionale del film nel cineteatro Gebel Hamed con Pif, il padre di Pif, l’attore Sergio Vesperino e il ragazzino Samuele Segreto. Dopo il bel film ci siamo spostati nella sala accanto per brindare con Pif. Non potevano mancare i dolcini ericini per un allegro finale. Ad maiora.

Ing. Gaspare Barraco

views:
414
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Gaspare Barraco a Erice per la presentazione del film "In guerra per amore" con Pif. "Un suggerimento per il suo prossimo film, sui Partigiani"
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive