Marsala, presentato il progetto SIA “Sostegno inclusione attiva”

Il relatore è stato Renato Briante, esperto del ministero del lavoro. Conferenza stampa indetta dal Distretto Socio-Sanitario n. 2 del quale fanno parte Marsala e Petrosino

Marsala – Nella sala giunta del Palazzo Municipale, si è tenuta stamani una conferenza stampa, indetta dal Distretto Socio-Sanitario n. 2 del quale fanno parte i Comuni di Marsala e Petrosino per presentare l’iniziativa SIA “Sostegno inclusione attiva”. Per la città di Marsala erano presenti il Sindaco Alberto Di Girolamo e l’Assessore Clara Ruggieri; mentre il Comune di Petrosino è stato rappresentato dal vice Sindaco Marcella Pellegrino, peraltro, titolare della delega ai servizi sociali.

Ad illustrare i punti di Forza del SIA, Sostegno Inclusione attiva, è stato il dottor Renato Briante, uno dei maggiori esperti ministeriali per il contrasto alla povertà alla esclusione sociale. Fra le altre cose Briante ha evidenziato che il progetto si differenzia dagli altri per la durata triennale, ulteriormente estendibile negli anni; per il fatto che ben l’85% dei fondi ministeriali destinati al contrasto alla povertà verranno gestiti con questa iniziativa ed ancora perché gli operatori che lavoreranno in equipe multidisciplinari dovranno adeguatamente essere formati. Il SIA, che di fatto è stato già avviato a settembre con uno specifico bando al quale hanno già fatto domanda di partecipazione 800 cittadini marsalesi e 80 petrosileni, prevede, in una prima fase, l’assegnazione di una social card del valore di 80-400 euro per nucleo familiare che non dovrà comunque superare i tremila euro di reddito Isee.

“La lotta alla povertà, che nel sud Italia ha raggiunto valori vicini al 40% – ha sottolineato il Sindaco Alberto Di Girolamo – è uno degli obiettivi principali del nostro quotidiano lavoro. Per questo stiamo dando vita a diverse iniziative che possono limitare questo fenomeno che coinvolge drammaticamente molti cittadini di diverse fasce d’età della popolazione”.

Sulla stessa scia anche il Vice Sindaco di Petrosino, Marcella Pellegrino: “Anche il nostro Comune è costretto ad affrontare, ogni giorno, i problemi legati alla povertà di una fascia dei suoi abitanti. Da parte nostra riponiamo tanta fiducia sul Sia e sui suoi effetti e speriamo presto di poter donare agli abitanti bisognosi di Petrosino la social card che seppure non è la panacea di tutti i mali è comunque qualcosa che può aiutare in momenti di profondo disagio causati dalla povertà”.

Di informazione e divulgazione riguardo a quanto potrebbe dare alla collettività il Sia ha invece parlato l’Assessore Clara Ruggieri. La rappresentante dell’Amministrazione Lombardo ha evidenziato come, spesso e volentieri, le persone in stato di difficoltà non vengono a conoscenza di interventi che potrebbero aiutarli concretamente. “Il Sostegno Inclusione attiva – precisa Clara Ruggieri, assessore alle politiche sociali del comune di Marsala – può davvero essere importante per limitare il fenomeno sempre più imperante del disagio economico di alcune famiglie. Per questo abbiamo richiesto l’intervento del dottor Briante che ci ha chiarito molti dubbi e che soprattutto ci ha spiegato come sfruttare al meglio le potenzialità di questo importantissimo strumento di utilità sociale. Voglio ribadire che le domande per il Sia vanno presentate al Comune ma che sarà poi l’Inps, in una successiva fase ad erogare la social card”.

All’odierna conferenza stampa hanno preso parte anche il dirigente vicario Aldo Scialabba e quello tecnico Rosellina Adamo. Presente anche l’assessore ai servizi sociali del Comune di Castelvetrano, Giovannella Falco, che ha colto l’occasione per rivolgere alcuni quesiti tecnici all’esperto ministeriale, Renato Briante.

views:
483
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Il relatore è stato Renato Briante, esperto del ministero del lavoro. Conferenza stampa indetta dal Distretto Socio-Sanitario n. 2 del quale fanno parte Marsala e Petrosino
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive