I Carabinieri sequestrano più di 7 chili di marijuana: un arresto

La sostanza stupefacente era in parte custodita in bustoni di plastica, e in parte già sigillata in 20 piccole confezioni da 25 grammi l’una, pronte per la vendita sul mercato illecito

Campobello di Mazara – Nell’ambito della manovra investigativa e di controllo del territorio posta in essere dal Comando Provinciale Carabinieri di Trapani, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Castelvetrano durante la serata di ieri hanno effettuato un’operazione antidroga in Campobello di Mazara.

Gli operanti, cinturata l’abitazione di via Mazzini n. 39 ed iniziate le operazioni di perquisizione dello stabile, trovavano in una pertinenza dello stesso più di 7,2 chilogrammi di marijuana: la sostanza stupefacente era in parte custodita in bustoni di plastica, e in parte già sigillata in venti piccole confezioni da venticinque grammi l’una, pronte per la vendita sul mercato illecito.

Il “titolare” di tale materiale risulta essere Giuseppe Gulotta, campobellese classe ‘93, soggetto ben noto alle forze dell’ordine e nella circostanza tratto in arresto e condotto presso la casa circondariale di Trapani. Il materiale rinvenuto, opportunamente sottoposto a sequestro probatorio, laddove venduto avrebbe fruttato almeno 60.000 €; al contrario, adesso rischia di costare per il Gulotta fino a venti anni di detenzione e il pagamento di una multa che può ammontare nel massimo anche a 260.000 €.

Le operazioni di polizia giudiziaria eseguite negli ultimi mesi stanno ricostruendo la trama di questo ulteriore fenomeno criminale, che imperversa nel territorio belicino e per il quale i comuni di Castelvetrano e Campobello risultano veri e propri centri nevralgici.

views:
980
ftf_open_type:
kia_subtitle:
La sostanza stupefacente era in parte custodita in bustoni di plastica, e in parte già sigillata in 20 piccole confezioni da 25 grammi l’una, pronte per la vendita sul mercato illecito
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive