Ex vigile urbano si dà fuoco, salvato dai passanti e da un poliziotto fuori servizio: è grave

In via Fardella - L'uomo è stato trasportato dal 118 all'ospedale di Trapani ma sarà trasportato al Centro ustioni di Palermo

Trapani – Ha cosparso il suo corpo con del liquido infiammabile, ha acceso un fiammifero e ha tentato di uccidersi facendosi avvolgere dalle fiamme. È accaduto ieri pomeriggio, intorno alle ore 18.30, a Trapani, nella centralissima via Giovan Battista Fardella, sotto gli occhi dei passanti. Pietro Signore, sessantenne trapanese, ex vigile urbano poi passato al settore amministrativo del Comune di Trapani, aveva deciso di farla finita dandosi fuoco.

L’uomo, da poco separato dalla moglie, è stato soccorso dai passanti che hanno provato a spegnere il fuoco con degli indumenti. Ma determinante è stato l’intervento di un agente di polizia, libero dal servizio, che ha spento le fiamme con un estintore chiesto a un negoziante.

Sul posto sono arrivati anche i vigili del fuoco. L’uomo, le cui condizioni sono gravi, è stato trasportato dal 118 all’ospedale Sant’Antonio Abate, ma sarà trasferito al Centro grandi ustionati di Palermo. Ha riportato ustioni del 90% sulla superficie corporea.

views:
2486
ftf_open_type:
kia_subtitle:
In via Fardella - L'uomo è stato trasportato dal 118 all'ospedale di Trapani ma sarà trasportato al Centro ustioni di Palermo
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive