Processo a Michele Licata: le difese chiedono l’assoluzione. La sentenza venerdì?

Per Clara e Valentina Licata il pubblico ministero e la difesa hanno fatto una richiesta concorde di pena: 1 anno e 4 mesi per la prima, 1 anno e 1 mese per la seconda

Marsala – È slittata ancora una volta la conclusione del procedimento a rito abbreviato riguardante il noto imprenditore Michele Licata che si sta svolgendo nel Tribunale di Marsala.

Gli avvocati di Licata (Stefano Pellegrino e Carlo Ferracane) hanno chiesto l’assoluzione per i reati di truffa e malversazione. Invece, per quanto riguarda il reato di violazione finanziaria, hanno chiesto di poterlo rubricare nell’ipotesi meno grave di percezione indebita ai danni dello Stato prevista dall’Articolo 316 ter.

Diversa la posizione di Clara e Valentina Licata, figlie di Michele, che tramite avevano optato per il patteggiamento. Per le due ragazze, il pubblico ministero e la difesa hanno fatto una richiesta concorde di pena: 1 anno, 4 mesi e 10 giorni per Clara; 1 anno, 1 mese e 10 giorni per Valentina. In entrambi i casi la pena è sospesa. Venerdì è prevista una nuova udienza per Michele Licata. Presiede il giudice Alcamo. Renderà nota la sentenza?

views:
2706
ftf_open_type:
kia_subtitle:
Per Clara e Valentina Licata il pubblico ministero e la difesa hanno fatto una richiesta concorde di pena: 1 anno e 4 mesi per la prima, 1 anno e 1 mese per la seconda
Banner 468 x 60 px
MarsalaLive